Lettera Aperta 2. - a cura di Luigi Cerullo - www.Vallata.org

Lettera Aperta. - 2
a cura di Luigi Cerullo

_______________________________________

    
    Caro Alfonso, ho constatato che abbiamo lasciato Vallata nello stesso anno il 1971 e sono sicuro che dovremmo conoscerci, anche se non eravamo amici forse se scaviamo potrebbe emergere un filo che ci lega.
     Comunque fa piacere sentire un Paesano all'estero, anche io non ho mai seguito o stato interessato alla politica, ricordo che ad una mia visita di passaggio a Vallata erano in corso delle votazioni e mi chiesero (amici, parenti) di votare per una certa persona, ma non potevo e anche se potevo non lo avrei fatto, pur conoscendoci da bambini non sapevo che genere di uomo era diventato, questo per spiegare che ero andato via per non diventare un lecchino-inserviente e avendo conosciuto e formatomi come uomo in una nuova cultura che mi ha aperto strade incantevoli e sopratutto ad essere me stesso sarebbe stato contro natura votarlo.
     Come dici tu siamo riusciti a crearci una dignitosa situazione e chi pi¨ chi meno siamo riusciti ad emergere, voglio aggiungere con tanto duro lavoro e questo grazie alle nostre origini di lavoratori e guerrieri. Dove vivo a Bristol in Gran Bretagna non ci sono paesani siamo solo alcuni membri della mia famiglia che ringrazio a Dio abbiamo tutti avuto un discreto successo e con il tempo siamo diventati parte della comunitÓ in cui viviamo, quindi il sito di Vallata sta diventando un modo per non slacciarmi completamente dalle mie origini e leggendo le news con quello che segue, il battagliere Vallatese sta risorgendo e forse e' quello che i nostri compaesani che vivono a Vallata con gli anni hanno perso.
     Un grande saluto a te e a tutti i PAESANI


    15 novembre 2012

 Luigi              
Detto Giggino

__________________________________________

Pagina Precedente Home