Vallata - Vocabolario Vallatese -

Vocabolario Vallatese
a cura di A. Raffaele La Vecchia
C/   terza lettera dell’alfabeto.

_____________________________________


Ca / Che, il quale, cui, perchè, dacchè. Corrispondenti al latino: (qui, quia,quam).

Ca / Che, perchè. Es.Ca ti rako / che ti do.  Ca so’ matto-i’ / Perché sono matto-i.

Cà, a cà / qua, in questo luogo. Cà nisciuno è fesso / qua nessuno è fesso.Vini’ a ccà / vieni a questa parte. Più usato: Vini quò, vini quà / vieni qua.

Cacà / defecare, Fig. Espiare, ignorare. Te ru fazz’ caca / te lo faccio pagare. Edda ti caca / lei ti ignora.

Cacabbicchire / Appellativo mistificato di carabiniere.

Cacabbùzzia / catapuzia / Pianta erbacea e seme che causa la diarrea.

Cacacazzo / rompiscatole, scocciatore. Plur. Cacacazzi.

Cacafùco, Cacafuòco / arma da sparo, archibucio, pistola, fucile.

Cacàglio / balbuziente.

Cacajazzo / cacastazzo.Persona irrequieta, che non trova pace sul posto di lavoro e cambia postazione.  Lascia di fare una cosa e ne comincia un’altra. Uno che vorrebbe fare tante cose contemporaneamente. Anche con le donne è instabile, fa il lasci e prendi.

Cacallèrta / precipitoso, frettoloso.

Cacamindo / rottura di scatole, grattacapo, tormento, tedio.

Cacàre, / Cagare, defecare; l’atto di produrre la cacca, la puppù.

Cacarèdda / cacarella / (scioglita) / diarrea, paura.  Tene la cacaredda / ha la diarrea. Ti’ vene la cacarella / ti viene la diarrea. Per est: ti viene la paura.

Cacarià / defecare qua e là. Fig. diffondere notizie tendenziose, pettegolezzi. Rendere manifeste notizie altrui.

Cacariàto / defecato, diffuso in giro. Have cacariato in giro li fatti nustri / ha pubblicizzato in giro i fatti nostri.

Cacaròne / cacone, fifone, cacasotto.  Fig. che non sa tenere segreti, dice tutto in giro.

Cacarulo / pauroso, codardo, cacaròne.

Cacasicco / cacasecco. Fig. avaro, tirato.

Cacasotto / pauroso, pusillanime. Che ha paura di tutto.

Cacastretta / ressa, calca, folla ammassata, folla stipata all’inverosimile. Nun si pote trasì è ‘na cacastretta / non si può entrare è una ressa, una calca incredibile.

Cacàta / la quantità di cacca evacuata. Fig. E’ ‘na cacata. / E’ una cosa ridicola, da niente, di nessun pregio. Stronzata, stupidata.

Cacatella / una cacata leggera.

Cacato / 1) defecato. Che se l’è fatta addosso. 2) CacatoFig. contento, gioioso per qualche avvenimento felice. Staj tutto cacato ca è nato lu criaturo / è tutto felice perchè è nato il bambino.

Cacatùro / locale con pozzo nero ove si facevano i bisogni corporali. Recipiente per defecare. Pitale. Fig. piccolo locale. Quera casa è ‘nu cacaturo / quella casa è un cacaturo

Cacàzza / Merda,defecata, sterco dei volatili.

Cacàzzaro / persona che evacua spesso. Fig Delatore.  Lu cacazzaro nun sape’ tinè tre ciciri ‘mmocca / persona che non sa tenere segreti.

Cacazzàto o scacazzàto.  Sporcato di cacazza, di sterco, di merda.

Cacazzedde, cacazziddi / piccole feci di insetti e animaletti.Per est. scrittura invisibile, illeggibile. Si dice anche di castagne piccole / sò castagne cacazzedde.

Cacazzo / escremento di animali.Feci. Fig.: paura. Tene’nu cacazzo! / ha una paura!

Caccà / cacca, merda. Fai la caccà; fai la puppù / defèca.

Càcca /cacca, escrementi.

Caccavella / padella in cattive condizioni.  La macchina è ‘na caccavella / l’auto è un rottame in pessime condizioni.  Ritornello: per amor della sua bella si sposò una caccavella.                                            

Caccavìddo Caccavedda / caccavella / contenitore di stagno; barattolo di stagno;espressione dispregiativa di contenitori mal ridotti. Caccaviddo: contenitore di stagno per cagliata. Per est. Cacavedda o caccavella / donna bassa. Ritornello: per amor della mia bella mi sposai la caccavella

Càccavo o còckivo / Pentolone per cagliata.

Caccavottila / donna bassa e tarchiata. Caccavuttilo / persona bassa e tarchiata.

Caccherùno, coccherùno / qualcuno.

Cacchio / (lat capulum) deformazione di cazzo. Che cacchio è / che cos’è, che cazzo è.

Cacchio-i / polloni delle viti. Scacchiare / togliere i polloni.

Cacchiòne / cazzone, buono a nulla.

Cacchiuni / polloni. Fig.:  cazzoni, ragazzi buoni a nulla.

Càcchivo o caccùuo / pentolone di forma cilindrica usato per cagliare il latte.

Caccia / caccia, esercizio dell’andare a caccia. Andare a caccia di qualcosa: selvaggina, donne, ecc.

Caccià / tirar fuori, cacciare via, levare da.... buttare fuori. Es. caccià la pasta; caccià r’ pechire.

Cacciacarne / forchettone per infilzare la carne nelle pentole.

Cacciacorne / lumaca marruca; dotata di corne.

Cacciafùmo / camino; comignolo. Tubo di scappamento.

Cacciata / cacciata via, buttata fuori. Fig.:  Battuta estemporanea. Che vvui ric’ cu ssà cacciata? / che vorresti dire con questa battuta?

Cacciata / sporgenza,sporgenza del tetto, corpo di muro più avanzato.

Cacciatòre / cacciatore. Fig:l’ommi’ne’ è cacciatòre / l’uomo èconquistatore.

Cacciatrice / donna che va a caccia; donna avezza a conquistare.

Cacciavolda /curva a gomito.

Caccìjà / cacciare; appostare. Fig.L’hav caccìjata. / L’ha caccijato, l’ha sorpreso, l’ha scovato.

Cacciòne / cane giovane. Farsi a caccione/ saziarsi a dismisura.

Cacciriòla / la mira, l’atto per impossessarsi di qualcosa. Fare la mira a qualcosa, cacciare la preda. Es. Face’ la cacciriola a ....... / sta in agguato, fa la mira per......  Face’ la cacciriola a ru koso/ fa la mira al formaggio.

Cacciuttiddo /cacciottello, cucciolo di cane.Cucciolo bastardino.

Cacciùtto / cucciolo. Fig. S’è fatto cume’ a ‘unu cacciutto’. / Si è saziato come un cucciolotto.

Cachisso / Kaki, sia pianta che frutto. ( diospyros caki ) Fig. Fatto’ a cachisso’. / ubriaco fradicio. Marcio, molle.

Cacòne / che se la fa sotto, persona paurosa, che non ha fegato. Fig. che va spesso di corpo.

Caddo o coddo’ / callo.Ten lu caddo’ a lu pere’. Tiene il callo al piede.Ha fatto’ lu coddo’ a lu core / ha fatto il callo al cuore.Plur. li caddi  o li calli.

Cadduso / calloso. Fig. calloso, duro, cotto poco, al dente. Spaghetti caddusi / spaghetti cotti al dente.

Cafè / caffè. Per est. bar.

Caffittera / caffettiera.

Caffittiro / goloso di caffè.

Cafonata, cafunòta / comportamento da cafone, azione rozza da cafone.

Cafòne / cafone, contadino, rozzo di modi, villano, incivile.

Cafuni / gente di campagna, contadini, bovari. Fig.: gente rozza di modi.

Cafùrchilo, catafùrchilo, tana, / nascondiglio di insetti e animali, piccola grotta. Fig.:  piccola abitazione.

Cafurchio / tugurio.

Càggia / acacia; caggia spinosa / robinia.

Càggio/ Il tale, la tale.Termine allegorico che caratterizza una persona nel suo ruolo interessato e furbesco.Sta per tizio, per dritto, per fidanzato, per amante, corteggiatore, ecc...Lu caggio ri Maria / il fidanzato, l’amante di Maria. Lu caggio delle mele / il tizio delle mele, il ladro dele mele. Mo’ arriva lu caggio / ora arriva quello delle malefatte, l’approfittatore.

Caggiòla/ gabbia per gli uccelli.Fig.   La casa è ‘na caggiola / la casa è piccola.

Cagna / femmina del cane.Fig.: tengo ‘na cagna! / ho unafame!Per est.ninfomane; donna di facili costumi.

Cagnà / cambiare, fare cambio.Cagnà/cangià strada.

Cagnacapìlli’, capillaro / ambulante che girava per le contrade facendo il baratto con i capelli.

Cagnulata, cagnulòta, cagnuliòta, cagnuliàta-o / persa, disseminata, caduta. Ru grano è, cagnuliàto /il grano è caduto dalla spiga. Re nnuci songh’ cagnulòte / le noci sono cadute dall’albero.

Cagnulò o cagnuliò / perdere, disseminare, cadere. Cagnulò pi’ bbia / perdere lungo la strada. (bbia = via)

Cagnulò o cagnuliò qualcosa / disseminare,perdere qualcosa da un carico, dalla tasca.

Cagnulònno o cagnuliònno / Li frutti cagnuliònno / Cascola spontanea dei frutti, castagne, noci, guercie ecc.

Cainata / cognata. Cainatta o cainatita / tua cognata. Cainatte / tuo cognato. Cainatima-o / mia cognata-o.

Cainàto. / cognato.  Detto con ironia: Cagnulato o cagnulata / cognato-a.Cainatimo / mio cognato.

Caìno, cainìdd o’ / caino, traditore . Cainìddo / piccolo caino, piccolo traditore.

Caio / Caio. Caio, Tizio e Sempronio.

Caiola (napoletanismo) ved. Caggiola. / gabbia per gli uccelli. (lat. caveolam / gabbia)

Cajònna / E’ un termine eufemistico astratto che si usa in negativo.  / Può intendersi: fionda,misura,aggiunta, attributo, mezzo, strumento inverosimile. Fig. Si usa in maniera ironica negativamente. Lu piglio’ cu la cajonna / impossibile prenderlo. Pigliati ‘sta cajonna / prenditi questa aggiunta, questo attributo. (cioè nulla.) Vaj truvuonnə la cajonna / va cercando l’introvabbile, l’impossibile, cerca invano. Lu misuro cu la cajonna / si dice se non si hauno strumento di misura. Da: cum jonna / con la fiondao con l’aggiunta. (Jonna) significa tanto fionda quanto aggiunta. Verosimilmente ad jonna si antepone il “ca”= con  e “a” = la del dialettonapoletano, quindi  “ca  a jonna” =  con la fionda.Che in forma contratta diviene cajonna.

Calà / calare, abbassare, chinare. Calà re braghe / calare le braghe. Calà la capa / chinare la testa.

Calà / consumarsi, scendere di peso, tramontare, scendere il paniere. Lu sole cala / il sole tramonta. Signò calate lu panaro / signora, calate, mandate giù il paniere.

Calabbrèse / calabrese.  Fig. persona testarda.

Calaggio / fiume e contrada Calaggio.

Calamaro /1° calamaio. 2°Calamaro / mollusco marino.

Calamita / calamita, magnete.

Calamità / disgrazia, sventura immane, disastro immane.

Calamituso / pieno di calamita. Timpo calamituso / tempo incerto che non annuncia nulla di buono.

Calanco / burrone, fosso, frana argillosa. Calanchi / costoni argillosi frastagliati, solcati (gr.chàlasma).

Calandario o calannario / calendario. Fig.: elenco delle cose da fare.Lu calandario dei lavori / l’elenco dei lavori a farsi.

Calandra’ / Allodola, tordo Fig. Piglià re’ calandre. / Esporsi al sole cocente.

Calandredda, Calandrella / allodolapasseraceo, piccolo tordo. La calandredda sembe canta ‘ncimma a ‘na spina ‘nu canto r’amore / l’allodola sempre canta su una spina un canto d’amore. Fig.: Calandrella /canicola, solleone?

Calannàrio o calandario / calendario. Nu’ staj mica ‘ncalannario / non è previsto, non sta in calendario.

Calascino o calascinno / Saliscendi.

Calata / abbassata, deperita. Voce: abbassata. Salute: deperita.

Calàta / discesa, china.

Calàto / sceso, abbassato. Calata’ri’ sole’ / tramonto.

Calcirògna o calgirògna / intonaco, calcinaccio.

Calende / (nel calendario romano coincidono col primo giorno del mese) usato nell’espressione: a re calende greche che non esistono / rimandare all’infinito(cioè mai).

Calge; Calge’   / calce.

Calgi / calci. Tirà calgi a lu vindo / tirare calci al vento, fare il fannullone. Tirà calgi / offendere, consumare cattiverie.

Calgià, Calgijà / calciare, tirare calci negli stinchi, scalcitrare. Fig.: calgijà /tirare colpi bassi.

Calgiataro /   che tira calci, vendicativo.

Calgiatòre / che tira calci, giocatore di pallone, calciatore.

Calgio / pedata, calcio, zampata. T i raco ‘nu calgio ‘ngulo. / ti do un calcio nel sedere.

Calgirògna o calcirogna / intonaco, calcinaccio.

Calice / calice, boccale.

Calice o calige / calce. Per est. Impasto di sabbia cemento e calce.

Calicìma / detriti secchi di calce impastata; rifiuti calcarei.

Calicinàro o calginàro / impasto di calce viva e sabbia. Fig. E’ nu calginaro / si indica un luogo ‘sporco come fosse un calcinaio.

Calicirogna / calcinaccio, intonaco.

Caliende, caliente / (spagnolismo) caldo, focoso.

Calima / fiato, energia. (S-calima) Scalimà / sprecare fiato, energia.

Càliza o càlza. / Calza di lana; lu calzariddo / calzettino di lana.

Callàra /o. / Paiolo. La callara; lu callaro. / Grosse pentole soprattutto di rame per cucinare, fare la salsa, cagliare.

Callaràro / artigiano che ripara e commercia caldaie e pentolame di rame e alluminio.

Callarìddo / Piccola pentola.Diminutivo di callara/o.

Callarone / grande   paiolo; calderone.

Calle / calde. Calle-calle / calde –calde, appena sfornate, appena tolte dal forno, dal fuoco.

Calle / centesimi antichi. Si usa nell’espressione: Nun tene tre calle ri jato / non ha tre centesimi di fiato.

Callo o caddo / callo.  1°) Callosità che si forma con gli innesti e coi tagli sulle piante. 2°) callo dei piedi.

Callo o caddo / callosità degli innesti e delle parti di ramo recisi.Indurimento della pelle, delle mani e dei piedi.

Callo, callo’, / caldo. Face’ callo’ / fa caldo. Prov.: li primi calli cuceno, li primi friddi nuceno / i primi caldi scottano, i primi freddi nuocciono.

Calluso, cadduso / calloso, (maccheroni: cotti al dente).

Calòpire / calòpi’re’ / burroni, dirupi, terreni angusti.Rindo’ a ssi calopire’ ra ddò n’abbadd. Dentro quei burroni, di li in giù.

Calunnie / calunnie, dicerie malvage.

Calvario / calvario, tormento, sofferenza. La vita è ‘nu calvario / la vita è una sofferenza.

Calzà / calzare, portare addosso. T’aggia veste’ e calzà / ti devo vestire e calzare.Fig.: veste e calzà / assicurare gl’indumenti e le scarpe ai figli. (cosa che in passato si faceva anche coi garzoni)

Calza / indumento per i piedi. Calza ri lana. Calza ri seta. Farsi tirà la calza / fare il prezioso.

Calzari / calzari; stivali scarpe, sandali.

Calzariddi / calzini.

Calzatùro / Calzaturo, attrezzo per infilare le scarpe.

Calzètta / piccola calza. Fig.  Mezza calzetta / impiegatuccio che si da le arie.Persona di secondo piano, ruffiano.

Calzittàra / donna che fa le calze. Un tempo si facevano a mano con lavorando a maglia.

Calzittini / calzini.

Calzòne / pantalone. Plur. Calzuni.

Calzuncìddo / Raviolo a base di ricotta o di castagne.

Calzuni / pantaloni.

Camacchio / cumolo, cumolo di panni, di legna, di pietre.

Camàndro: Fig.ironico: spasimante, fidanzato. Per est. Spasimante, protettore,puttaniere.  Modo di dire:Ten lu camandro apprisso’ / ha lo spasimante appresso.

Camastra / catena appesa al focolare alla quale siappendeva “lu callaro” o il paiolo per cagliare.

Cambà / campare, vivere.

Cambà / vivere, sopravvivere.

Cambana o campana / campana. Fig.:Cambana atturno a la casa. /spiazzo attorno alla casa. Cambana ri’ terra / modesta superfice di terra.

Cambanaro, campanaro / campanile.  Modo di dire: Manco se stesse appiso a lu campanaro / Neanche se fosse appeso al campanaro. (rifiuto secco).

Cambanedda, campanedda, cambanella, cambaniddo / campanella; campanello. Lu cambaniddo ri lu ciuccio / il campanello dell’asino. La campanedda ri la crapa /la campanella della capra. La cambanella ri la chisija / la campanella della chiesa.

Cambè! combè!ca mbè! / (loc. esclam.) e già! per niente! nientaffatto! neanche a dirlo!

Càmbe; càmpe / larve che infestano le verze e i frutti.

Cambesa, campesa / Serra Cambesa. (località di Vallata). Cambesa = a forma difascella?

Cambià / cambiare, sostituire, modificare.

Cambiata / biancheria intima, vestiario per cambiarsi. Sin. ‘mmutatora.

Cambio / cambio delle marce, il cambio dell’auto. Per est.Cambio, cammio / camion, autocarro.

Cambumìlla / camomilla.

Cambusando; Cambusònde’, campusando. / camposanto, cimitero.

Camella / gavetta, gamella in dotazione ai soldati per il cibo. Fig.: fandonia. Detto:vuldò camelle / cambiare versione dei fatti.

Càmice, càmmice, còmmice / càmice. Lu còmmice ra lavoro / Il camice da lavoro.

Caminà, camminà / camminare, passeggiare, andare spedito.

Caminata / camminata, passeggiata.

Caminatura / modo di camminare, andatura.

Camio / autocarro.  Camio e rimorchio / autocarro e rimorchio.

Camionetta / furgoncino, camionetta dell’esercito.

Camiuncino, cammiuncino / camioncino, autocarro con portata sotto i 35q.

Camiunista / autista di camion, Guidatore di camion. Per est. Autotrasportatore.

Cammarà / Mangiare carne, mangiare carne nei giorni proibiti. Hav cammarato / ha mangiato carne, salami. Cammarà /menare qualcuno, picchiare.

Cammarà / punire, castigare, picchiare. L’hav cammarato / L’ha punito, picchiato, castigato.

Cammarato / che ha mangiato carne nei giorni proibiti.  Have cammarato / ha mangiato carne. Fig. Ha preso botte.

Cammaredda / cameretta, stanzetta.

Cammarino / stanza, camera da letto.

Cammarira; cammariro / cameriera; cameriere.

Cammera, cammira / camera, stanza.

Cammicètta / camicetta.

Camminande / colui, colei, che è solito andare in giro.

Camminàta / passeggiata, caminata.

Camminatùra / andatura,modo di camminare.

Cammìsa / camicia.

Cammisòla / camicina: camicia pettorale, panciotto, gilet.

Cammula / tarlo, parassita della frutta secca e dei mobili.

Cammulòta o cammulata / cammuloto’, cammulujota-o / tarlato-a.

Cammusulìno / gilet; panciotto maschile senza maniche, di stoffa mussolina. (Da cammisa e mussolina)

Càmola / tarlo, tarma.

Campà / vivere. Mi’ basta la salute’ pi’ campà / mi basta la salute per campare.

Càmpa o camba / bruco, larva che infestano orti e frutteti.

Campagnulo / campagnolo. Contadino.

Campàna / campana. Sindì ‘nata campana / sentire un’altra versione dei fatti.

Campàna / Corte comune a più case coloniche. Campàna ri masseria / spiazzo al servizio della masseria; ‘na campana ri’ terra / uno spiazzo limitato di terreno.

Campanaro / Campanile, batacchio o vattaglio. ‘Ncimma a lu campanaro / sul campanile.

Campanaro / chi suona le campane.

Campanèdda / campanella.

Campanìddo / campanello

Campanillo / campanello. E’ nu campanillo / Si dice di ragazzo sveglio e dinamico.Che si muove col ritmo di un campanello. Che recita a memoria come un campanello.

Campè! o compè! / (come no?) Compè, si dice per confutare il nascondere della verità, o  per sottolineare una indisponibilità dell’interlocutore con una negazione. Compè, sottintende ironicamente: Come no? Vorresti negare? Non ti sta bene la verità? Non ti pare, non è così?

Campione / campione, fuoriclasse, prototipo. Fig. Maldestro, buono a nulla.

Campìro / Proprietario terriero. Che coltiva campi estesi.

Camposando (anche campisando) / camposanto, cimitero.

Campuliò / Che consente di campare. Avere un discreto risultato nel lavoro, nella vendita, nel raccolto.

Campusandaro, cambusandaro, / custode del cimitero.

Campusando, cambusando, camb’sando / cimitero, camposanto.

Camuffò / camuffare, mistificare.

Camurrìsta / camorrista.

Camuso / che ha il naso schiacciato.

Cana / cagna / cagna. Cana secca / dispregiativo di donna magra. E’ ‘na cagna / è una poco di buono

Cana / cagna.  Arraggiata cume a ‘na cana figliata / arrabbiata come una cagna partorita.

Canafigliata / soprannome. Cagna partorita.

Canagliòne / grande cane. Fig. Grande canaglia. Strozzino.

Canala / grondaia. S’è chiena la canala r’ foglie / si è riempita la grondaia di foglie.

Canalòne / grande canale, fosso collettore delle acque sorgive e piovane.

Cancarèna / cancrena.

Cancelle / grate, grate di prigione. Ritor. Pagliariccio e cancelle questa vita in uncarcere stà.

Canciddata /   ringhiera.

Canciddata / grata, cancellata, inferriata.

Canciddo o cancillo / cancello.

Cancillà / cassare, cancellare.

Cancilliro / cancelliere Fig.: Opportunista, scaltro.

Cancillo / cancello.

Candà / cantare. Cànda / canta.

Candàro, condr’ / (dal greco cantaros) / vaso misura di peso che nel napoletano assomma a  circa 89 kg.

Cande / canta, canto.E cande e cande e nun mi serve a nninde / E canto e canto e non mi serve a nulla.

Candela / candela, cero. Nome di paese.

Candidà / candidare. Inserire in una lista elettorale.

Candidato / candidato. Che partecipa ad un cpmpetizione elettorale.

Candina / cantina, sottano.

Candiniro / oste, venditore di vino.

Candogna / Pezzo di qualcosa. Per es. di carne, di pane, di terra. Per est.: angolo nascosto. Candogna / angolo, pezzo, spezzone, una parte consistente di qualcosa.  Na candogna ri’ pizza / una porzione esagerata di pizza.

Candòne / Cantone, angolo, un pezzo.  Messo a candone / messo all’angolo, messo da parte.Nu candòne ri pane / un grosso pezzo di pane.

Candòne / grossa pietra. Plur.Canduni / massi, grosse pietre.

Candro / dal greco cantaros / vaso di creta; tegame; spasetta; recipiente per il cibo. Fig: grosso recipiente in cui si mette il pastone per gli animali. Ironico:s’è misto’ lu candro ‘nnanzi/ si è messo il recipiente davanti per ingozzarsi.

Candugno / angolo, spigolo, spezzone, una parte consistente di qualcosa.  Nu candugno’ ri terra / un pezzo di terra; un angolo di terra. A lu candugno’ / All’angolo, allo spigolo. Nu candugno’ ri’ pane / un grosso pezzo di pane. Per est: Grossa pietra, grossa zolla di terra. Pietra angolare usata per spigoli.

Canduniro / Cantoniere, operaio della ANAS addetto alla manutenzione del cantone stradale.

Cane / cane. Cane arraggiato/ cane rabbioso.  Detto: Livi’ lusso ra mmocca a lu còne / togli l’osso dalle fauci del cane.

Canedda / cagnolina. Fig: ragazza in calore.

Canèstra / canestro, cesto.

Canestraro, canistraro / cestaio.

Canestredde / piccole canestre, ceste. Per est. Dolci natalizi a forma di canestre.

Cangarena / cancrena.

Cangarera / comportamento invasivo, come il cangro. Saggiare tutto, soprattutto leccornie e cose da mangiare

Cangarìddi’; hangarìddi’; gangariddi’ / barbigli, pendagli sotto il collo delle capre. Per est. Carotide.

Cangià, Cagnà / cambiare, scambiare. Cangiare la macchina; cangiare i soldi.Cangià o cagnà via / cambiare strada.

Cangiacapilli / ambulante che girava le contrade offrendo oggetti in cambio di capelli femminili. Successivamente i capelli venivano usati per fare parrucche.

Cangiamerce / cambiamerce. Facimm a cangiamerce / facciamo a cambia merce.

Cangiariddo / cambio, scambi, scambio continuo. Facimme cangia e cangiariddo / cambiamo e scambiamo in continuazione.

Cangiddo / cancello.

Cangillà / cancellare. Cassare.

Cangillìro / cancelliere. Fig.: scaltro, opportunista.

Cangrena, cancarena / cancrena.

Cangro / cancro.

Caniddo / cagnolino.

Canìglia Crusca, forfora. Tini caniglia ‘ncapa / hai crusca in testa.

Canijanko ri massaria / cane bianco di masseria.

Caniliscèja / ansima come il cane per il troppo caldo. Caniliscèja a lu sole / ansima come i cani sotto il sole. (Condizione di chi lavora sotto il sole che con la disidratazione perde le forze e respira a fatica.)

Caniliscià / respirare con la lingua di fuori come fanno i cani;ansimare come i cani soprattutto per caldo, disidratazione e stanchezza. Fig.: perdere le forze e respirare con fatica lavorando sotto il sole.

Canìrcio / avaro, ingordo.

Canisciùto / conosciuto.Noto.

Canistràro/ che fa le canestre o le vende.

Canistredde / piccole canestre; dolci tradizionali natalizi.

Càniva / canapa. Pianta dalla quale si ricava il tessuto di canapa.

Caniva, canipa / canapa.

Canna / 2°) misura, regolo.  Misura: ‘na canna ri’ levine’ /Una canna di legna.

Canna / 3°) gola, trachea. Ti piglio p’ canna / ti prendo per la gola. Accr.Cannarone / gola.

Cànna /1°) canna. La canna pi’ fa re’ ceste’. La canna per fare le ceste Canna / canna di fucile.  Canna fumaria. A canna a sole / Sotto i raggi cocenti del sole; esposto ai raggi del sole come una canna; col viso esposto al sole, a cannassole.

Cannàcca / collana, monile appeso al collo. Barbiglio.

Cannafòca / strozzare con le mani, cappio al collo, strangolare.

Cannahòla / desideri, golosità. Mi face cannahòla / mi ingolosisce.

Cannahòla / trachea. Cannagola. ( canna della gola ).

Cannàle / collare per animali

Cannarìzia / golosità ghiottoneria.

Cannaròne / gargarozzo, trachea, gola.Ti chiavo’ nu muzzico ‘ndò li cannaruni’/ ti dò un morso alla gola.

Cannarùto / goloso, ghiotto Prov. Ommine cannaruto e femmina puttona’/ uomo goloso e femmina puttana.

Cannarùzzo / cannarozzo, gargarozzo, gola.

Cannassole (a) / sotto il sole; esposto al sole. A cannassole / sotto il sole cocente.

Cannavòzza; cannavuzzo   gozzo.

Cannazze / canne brutte, selvatiche.

Cannedda / piccola canna, tubo per spillare il vino dalla botte, dal tino o dalla fiasca.

Cannèdde / Protezioni ricavate con le canne usate dai mietitori, per non tagliarsi le dita con la falce. Ditali di canne.

Cannela / candela,cero.

Cannellìno / piccolo confetto per ornare i dolci di pasqua.

Cannetta / canna, tubicino, tubo forato. La cannetta ri la pompa /la canna della pompa per irrorare le viti.

Cannìddo / rubinetto di legno delle botti;tubicino / devi bere dal rubinetto;al gioco si ironizzava sulla persona a cui non veniva data la bevuta.

Cannilese / soprannome. Originario di Candela.

Cannilicchi / piccoli faggioli.Crostacei. Confettini che si spolverano sulle torte.

Cannilicchio / fagiolo piccolo pregia0to.

Cannilìro / candeliere.Candelabro.

Cannilizzato / ridotto come una canna.  Il termine vuol mettere in evidenza la rinuncia di pensare a se stesso per il bene di un altro o per far fronte a un debito. Rinuncia che implica anche il negarsi un dolce per farlo mangiare ad un altro. Modo di dire: Mi songo’cannilizzato p’ te / ho rinunciato a tutto per te. Ho rinunciato al mio benessere per per te.

Cannilora / Candelora. Due febraio.  Prov. Alla candelora se non nevica e non chiove vierno è ra fore, se nevica e se chiove, virno è ancora a lu cor’.

Cannilotto / candelotto / fig.: buccolo.  Cu ssi capilli a cannilotto me ne hai fatto annammurà Con quei capelli a buccolo me ne hai fatto innammorare.

Cannito / Canneto, luogo ove crescono le canne. Cespuglio di canne.

Cannizzàro / Graticcio di canne per mettere ad essiccare formaggi ed ortaggi.

Cannizzata / recinto realizzato con le

Cannòla / Cànnula. Tubo per irrorare.

Cannuccia / piccola canna. Piccolo tubicino per sorbire le bevande.

Cannùlo / dolce. Per est. Ciocca di capelli anellata.

Cannùlo- cannòla / spezzone di tubo metallico infisso nelle fontane per la fuoruscita dell’acqua.

Cannunòta / cannonata. Colpo sparato col cannone. Modi di dire: é’na cannunata /è superlativo. Nu lu muvi manco cu re cannunòte / non lo smuovi neanche con le cannonate.

Canò / (loc. avv.) Ca nò.  Modo di dire: Casì e canò.

Canocchia / attrezzo per filare la lana.

Canòsce / conosce. Canosce’ / conoscere.

Cantà, candà / cantare. Fig.: confessare le malefatte.

Cantàta / cantata. Messa cantata.

Cantatore / cantore, stornellatore, persona che abitualmente cantava e faceva serenate.

Cantina / bettola, locale interrato, cantina ove si conserva il vino. Osteria. Il vino sta in cantina.

Cantinera / ostessa, cantiniera.

Cantiniro / cantiniere, oste, locandiere.

Cantòne / cantone, angolo, cantonata. Cantone stradale / tratto di strada affidata ad un cantoniere. Cantòne Svizzero / distretto territoriale svizzero; l’equivalente della provincia italiana.

Cantro contenitore di liquidi, secchio.

Cantuniro, cantoniere / responsabile del cantone, addetto alla pulizia della strada statale Casa cantoniera / alloggio del cantoniere.

Cantùscio / deformazione del biscotto cantucci. Si usa come risposta negativa per dire niente, nulla. Che t’hai abbuscoto? Lu cantuscio.  Pigliati stu cantuscio / pigliati questo cntuccio “cioè niente”.

Canuscènde / conoscente.

Canuscènza / conoscenza. Fig.:Avè ‘na canuscenza: avere unapersona a cui rivolgersi in caso di raccomandazione.

Canzèrro / figlio d’ignoti. Plur.Canzirri /figli ignoti. Fig.: zotici, inaffidabili.

Canzijà / schivare, scansare. S- canzà / scanzare / schivare, scansare.

Canzòna / canzone. L’ave pigliato pi canzona /l’ha preso per abitudine. E’ sembe la stessa canzone / è sempre la stessa canzone.

Canzuniò o canzunò / canzonare, prendere in giro.

Canzunòto / preso in giro, beffato, canzonato.

Capà / scegliere. Prov. Scigli e nun capà.

Càpa / testa   Per est. Capa-tosta o capi’tusto / testa dura, cocciuto.

Càpa –càpa / Testa –testa. In ugual misura.  Scambio alla pari.

Capabbadde / all’ingiù. A capabbadde / all’ingiù, in discesa.

Capabbindo (a) / A capabbindo / esposto al vento. Fig.: Tene la capabbindo / hala testa fra le nuvole.

Capacalla / irascibile,testa calda, furioso.

Capacchiòne / Capoccione, di testa grossa.

Capace / capace, competente, in grado di fare.T’haja fà capace / ti devi convincere.Che ‘nge vole pi lu fa capace /che ci vuole per convincerlo.

Capacità / avere capacità, essere fattivo, avere i requisiti.

Capacitarsi / convincersi, capacitarsi, farsene una ragione, persuadersi.

Capaddòzzio o capaddùzzio. / Capo, comandante, dirigente, uomo di potere. Plur. Capadduzzij.

Capamatta / matto,imprevedibile, fuori di testa, sfrenato.

Capammonde / in su, verso l’alto.

Caparedde / sarmente di viti. Sistimà ri caparedde ri la vigna / sistemare i tralci delle viti.

Caparelle / cinciallegre, tronchetti di salsiccia.  Fig.Ti pigli caparelle / ti prendi caparelle di salsiccia.  Tocchetti di salsiccia. (si dice in senso negativo per dire che non c’è nulla da prendersi). Ti pigli caparelle, sottinteso, si allude all’organo sessuale maschile.

Capariddo / Plur. Caparedde / rocchie, stese di salsicce. Un pezzo della serta di salsicce. Nu caparido ri filo / un pezzo di filo. (Quantità di filo che si infila nella cruna dell’ago per rammendare).

Caparimbrello! / (testa d’ombrello) locuz.  Che sta a: accidenti, nulla, un bel nulla. Che ti si abbuschkòto? / cosa ti sei guadagnato? ‘na caparimbrello! / nulla.

Caparra / acconto, anticipo sul contratto futuro.

Capasciacqua / sciacquetta-o; persona senza senno. Fig.:  Testa vuota,

Capàta / testata, colpo dato con la testa.

Capatèsa / Portamento eretto della testa. Fig: donna che per la sua pettinatura stirata e portamento arrogante ene detta capatesa.

Capavacànda / testa vuota, ignorante.

Capazzappòne / deficiente,testa di rapa, idiota. Lett.: con la testa come un zappone.

Capè / da capere, entrare, essere contenuto.  Nun ci’ càpe / non ci stà, non entra. L’haia fà capè / ce lo devi far stare.

Capeddo / capello, pelo. Pi ‘nu capeddo / per un capello, per un pelo.

Capəstrada, capistrada. / capostrada.

Capèzza / cavezza, finimento per animali, laccio.  T’ port’ a capezza / ti porto legato con la capezza Ti porto a rimorchio. Ti porto al guinzaglio.Accr. Capezzone / laccio di cuoio per cavalli.

Capì / capire. Nun’ riesco a capì che dici / non riesco a capire cosa dici.

Capibbanda / capobanda, trascinatore del branco dei teppisti.

Capicanàle / pranzo, libagione, per l’ultimazione di un lavoro.

Capicchio / capezzolo.

Capicifro / Diavolo, satanasso. (Cifro / lucifero)

Capicùddo / capicollo.

Capicùlo / sottosopra, alla rovescia, al contrario.

Capìddi, capilli / capelli.

Capiende / capiente,che capisce, comprensivo.

Capiende /Ampio.

Capiggiro / giramento di testa.

Capijanco / di testa bianca, albino, soprannome vallatese.

Capillaro, cagnacapilli. / Ambulante che andava barattando mpiccole mercanzie con i capelli di donna.

Capillina / capigliatura. Capillina riccia. Capillina liscia.

Capipèsila/ si dice di donna con fare libertino.

Capipopolo / trascinatore di popolo, rivoluzionario.Arringatore di folle.

Capiretina / capo cordata.Guida di animali legati l’uno dietro l’altro in fila indiana.

Capiricazzo / testa di cazzo, di minghia. Per est.  Caspita, accidenti.

Capirìccio / caporiccio, ricciolino.

Capiriciuccio / testa d’asino, ignorantone.

Capirimbrello / capa d’ombrello. Fig.: cacchio, fesso. Stu capirimbrello si è fatto fà fesso.

Capiripèzza: testa di pezza. Fig. Donna leggera, insignificante.

Capirisarache / locuz. per significare: nulla, un bel nulla.

Capirusso / capirosso, dai capelli rossi.

Capisci / sai, cosi stanno le cose. Capisci cosa succede? Vedi cosa succede?

Capisciòla / nastro di tela per cuscini; legaccio.

Capisotta / sottosopra. Andare capisotta / fallire.

Capitanio / soprannome. Capitano.

Capitèsa/ si dice di donna con comportamento a testa alta. Sveglia. (Anche con testa stirata.)

Capitolo / Atto notarile e nuziale con il quale si donava la proprietà ai figli che si sposavano. Capitolo chiuso / si dice quando non si intende più rivangare un argomento. Fine di una storia, di un dissidio. Capitolo di un libro/parte di un libro.

Capitommòla, capitommula / Capitombola, caduta rovinosa. Caduta con rotolamento.

Capitusto / cocciuto, testa dura, testardo, zuccone.

Capituzzò / capitozzare, cimare.

Capivacànda; capavacànda / testa vuota.

Capivacande o capevacande / teste vuote, matti.

Capivòlda / capovolta.  Per est. / aratura finale di chiusura che si fa in testa e in coda al terreno e trasversale all’aratura.

Capivuldà, capivuldò / capovoltare. Per est. Rivoltare il terreno arando.

Capizzàglia/ spago di iuta; spago intriso di pece per cucire le scarpe.Fune con cui si legano le bestie da soma.

Capizzone o capezzone / grossa capezza. Fig.: persona di potere. E’ ‘nu capizzone / è uno che conta

Càpo / testa, capo, comandante, dirigente, capufficio. Fig.:  Pezzo di qualcosa. Un capo di salsiccia, un capo di filo. Venire a capo / trovare il bandolo della matassa. Punto e a capo / al punto di partenza.

Capo, capo, testa, principio. Tene bbona capa / è intelligente.Tene la capa tosta / ha la testa dura.

Capobanda capibbanda / capobanda, capobranco, direttore d’orchestra, capoccia.

Capocanale / Capicanàle / pranzo, libagione, per l’ultimazione di un lavoro.

Capocchia / testa, capocchia. Capocchia di fiammifero. Capocchia ri cazzo / glande. A capocchia / a casaccio.

Capocchie a capocchie / approssimativamente, senza nessuna regola, a casaccio. Face ri cose a capocchia / fà le cose a casaccio.

Capoccia / testa grossa, testa voluminosa. Fig.: caposquadra.

Capocciata / testata.

Capòne / cappone. Pollo castrato che si mangiava a Natale.

Capostrada / a capostrada / sulla strada maestra.

Capòtico o capùtico / Testardo, ostinato, testa dura, capotico.

Cappa / mantella con collo di astragan. (La cappa era molto larga e si avvolgeva  sulla spalla sinistra per coprire tutto il corpo). Attualmente la cappa viene usata dagli ufficiali dei corpi di polizia nelle parate militari.

Cappèlla / 1° cappella, piccola chiesa. Pregiata varietà di grano.

Cappìddo / cappello.

Cappitìddo / capezzolo della mammella.

Cappòccia/ verza, cavolo.

Cappuccìno / caffè latte. 2° Cappuccino / frate.

Cappùccio / berretto di lana.

Cappùddo-i / Copri dita di cuoio che i mietitori usavano per coprire il dito indice della mano sinistra durante la mietitura a mano del grano.

Capraia /allevamento di capre.

Caprareccia / Luogo per pascolare le capre. Concentrazione di capre.  Per est. Luogo sassoso e scosceso adatto alle capre.

Capretto / piccolo di capra.

Capuggiro, capiggiro / giramento di testa.

Capuròlo / caporale, caposquadra, capoparanza.

Capurònno / capodanno, principio d’anno

Capùtico / capotico, testardo.

Capuvuattòne’ , capuhattòn’/ Capogatto che regge i balconi.

Capuzzèdda / testa di piccoli animali macellati.

Capuzzìddo, capuzzillo / piccola testa, dritto, capoccetto.

Carabbiniri / carabinieri.

Caracia / scanalatura fatta nei muri per passare i fili elettrici.

Carastìja / carestia. Scarsità di raccolto.

Carastùso / carastoso, che vende a prezzi alti.

Caratiddo/ botticella di piccole dimensioni per la conservazione di vini prelibati.

Caratillo / botticella di piccole dimensioni per la conservazione di vini prelibati.

Carato / unità di misura dei preziosi. Caratura / mescola di metallo puro con la lega

metallica.

Caratura / intaglio che si opera nelle botti e nei tini per incastrarci i fondi. Per est.  Capacità   di portata, di contenuto.  Fig.: quota di partecipazione in una società.

Carbonaro, carivunaro / carobnaio.  Carbonaio, appartenente alla carboneria / patriota del risorgimento.

Carbonella / carbonella, carbone sminuzzato. Fig: moneta.

Carcà / premere, pigiare. Carcà la mano / far pesare, aumentare il prezzo. Fig.: Carcà la haddina, la femmina / possedere la gallina, la femmina.

Carcagnìddo / piccolo calcagno, Fig. ragazzo, uomo piccolo e basso, paragonato al calcagno.

Carcàgno / calcagno.

Carcàra / calcara, fornace per cuocere le pietre e ricavare la calce viva. ‘na carcara ri’ fuco’ / una pira di brace, di fuoco.

Carcàra / Cumulo di legna messo a pira per fare i carboni. Mitti’ fuco’ a la carcara /dai fuoco alla pira di legna.

Carcassa / scheletro di un animale, carcassa umana, carcassa di un’automobile.

Carcàta / Calcata, premuta; pigiata.  Per est. Posseduta, copulata.

Carcaturo / oggetto   per pressare. Fig.Osso sacro, ìnguine.

Carcioffola, carcioffila / carciofo.

Carcirà / carcerare.

Carcirato /carcerato, detenuto, prigioniero.

Carciriro / custode del carcere.

Carciro / carcere, prigione.

Cardà / Esagerare con il prezzo. Fig. L’hav cardata’ / lo ha salassato con il prezzo.

Cardà o scardà / lavorare la lana con la scarda per renderla soffice e morbida.

Cardarèlla / secchio per malta che usano i muratori.

Cardarèlla o carduncella / fungo pleurotus che cresce simbionte dei cardi.

Cardatùro / attrezzo per cardare.Luogo pieno di cardi.Fig: simboleggia la sofferenza, il duro lavoro. Jammo’ a lu cardaturo’/ avanti al lavoro. Avanti sotto il torchio.

Cardìllo / cardellino / fig. Persona piccola e agile.

Cardilluzzo / picolo cardillo. Vezz. Di bambino vispo. Fig: agile come un cardillo.

Cardògna / pianta di cardo

Cardòne / cardo. Plur. Carduni.

Carduncella, cardarella /fungo pleurotus che cresce simbionte dei cardi.

Carè / cadere. Careno re brazze / cadono le braccia. Sconfortarsi, perdere l’entusiasmo.Carè a l’erta / cadere in piedi, essere fortunato.

Carfittà / rubare, appropriarsi di cose altrui. Carfittato / rubato

Carià / cariare.

Cariato / attaccato dalla carie.

Caricà / caricare.  Caricà lu ciuccio / caricare la soma sull’asino. / Volg. Copulare.

Caricatura / caricatura, presa in giro.

Caricaturo / rialzo per caricare; spiazzo, posto adatto per caricare.

Carìcchio / cavicchio, spinotto per fissare le catene e il collare del giogo dei buoi.

Carico / al gioco della briscola è la carta più alta.

Carico / carico, soma, impegno, peso.

Cariscià / trasportare. Cariscia r’ levn/;trasportare la legna.Cariscià ru ggron’ / trasportareil grano.

Caristija / carestia, scarsità di viveri.

Carivòn-e / carbone.

Carivùgno / Carbonchio. Foruncolo

Carivugnulo / infiammazione cutanea, foruncolo.

Carivunìro / carbonaio, Caravuniro deformazione di carabbiniro’ / carabiniere.

Carivunìro o carabbiniro’/ carabiniere. (Armato di carabina).

Carivunòro / carbonaio.

Carizzà / accarezzare, blandire.

Carizzo / Azione disonesta o violenta. Fig.:  lisciare qualcuno, approfittare oltre misura sul prezzo.Contravvenire ai patti frodando la controparte. Sopraffare fraudolentemente al gioco delle carte.

Carna / carne. A carna ri purco / maciullare, spezzettare.

Carnacchiàro / gran mangiatore di carne.

Carnale / carnale, parente stretto. Fretecucino carnale.

Carnascione / carnaggione, incarnato. Avè ‘na bbona carnaggione / avere una buona carnaggione.

Carnijà / Spillare denaro in modo esagerato per una vendita o un servizio. Fig. bastonare.

Carnuvuolàta, carnuvulòta / carnevalata, buffonata.

Carnuvuole / carnevale. Fig.: persona che ingombra. Staje cum’ a ‘nu carnuvuole / sta come un carnevale; sta immobile.

Caro / 1° costoso. 2° caro / affettuoso.

Carocchia ‘ncapa / colpi dati sulla testa con le nocche, con i metacarpo delle dita.

Carofani / garofani.

Carpicato / carpicato, butterato.

Carpisciàto / carpicato, carpiato, butterato, con la faccia carpiata. Colpito da vaiolo.

Carrà / Il trasportare i covoni sull’aia col carro o con le nake a dorso dei muli.

Carràfa / grossa brocca per il vino a bocca larga col becco. Accr. Carrafone. Dim. Carrafedda.

Carrapòne / grosso carro. Fig.: Si dice dei maldestri che travolgono tutto quando si muovono come se fossero un carro alla deriva.

Carràro / strada interpoderale; passo carraio.

Carratìddo / botticina per il vino.

Carràto / carratiddo / caratello, botte, botticina per il vino.

Carratùro / tratturo per il passaggio dei carri.

Carrello / carrello, rimorchio di trattore.

Carretta / mezzo di trasporto con due ruote spinta a braccia. Fig.: mezzo sgangherato. Tirare la carretta / guadagnarsi da vivere.

Carrettella, carrittillo, carrettino. / piccole carrozzette, soprattutto per il gioco dei rbambini.

Carretto / carro di piccole dimensioni a due ruote con cui i facchini trasportavano la merce dei commercianti.

Carriaggio / carro per il trasporto di cose. Un tempo carro a quattro ruote.

Carrijòla o carijòla / cariola.

Carrino / carlino. Ci vunne quatto soldi p’ fà ‘nu carrino / ci vogliono quattro soldi per fare un carlino.

Carriscià / trasportare col carro. Per est. Trascinare, raccogliere e portare a destinazione.

Carrisciàto’/ trasportato.

Càrro, lu corro’ / carro, mezzo trainato dai buoi per il trasporto in agricoltura. Gli elementi che componevano il carro sono: re’ rote, l’asse,la lìttèra / base del carro; lu timone per il tiraggio; la fusulora / sponda laterale del carro, la crucìra / asse anteriore e posteriore di raccordo;la reglia / asse laterale superiore della fusulòra. La sella / predellino a triangolo ai lati del timone anteriore alla littèra; lu caricchio /   perno anteriore fissato alla testata del timone per l’ancoraggio al sciuvo. Masciddari (mascellari) / longaroni laterali della base del carro; la strittora; ri’ strittore / assi trasversali per mantenere saldamente le sponde laterali se né impiegavano tre davanti e due di dietro. Altri componenti per il tiraggio del carro erano lu sciuvo che si appoggiava sul collo dei buoi, lu pascio che aveva forma di una “U” (plur. li pasci)  uno per ogni bue che  a guisa di collare si fissava al sciuvo  attraverso due fori e  tenuto  agganciato per mezzo del chiuvetto. C’era inoltre il caricchio ocaricchione perno di legno incastrato nella parte anteriore del timone che fuoriusciva di un dieci centimetri sia nella parte superiore che inferiore dello stesso a circa 50 centimetri dalla punta.   IL timone con il caricchio che fungeva da perno attorno al quale si avvolgeva una fune o un laccio a croce, veniva fissato strettamente al sciuvo (giogo), il sciuvo e il timone venivano a formare una croce nella parte anteriore

Carròzza / diligenza tirata da cavalli. Per est. Piccolo carro di legno con cui giocavano i ragazzi.

Carrozzella / Carrozza monoposto trainata dai cavalli per il trasporto delle persone.Usata soprattutto nelle città. Per est. Sedia a rotelle.

Carrozzìna / lettino montato su ruote per il trasporto dei bambini. Per est. Passeggino.

Carrucchiòro; carrucchiònǝ’; carručchiro’ / risparmiatore, spilorcio, taccagno.  Detto: Li sold ri’ lu carrucchioro’ si’ re’ mangia’ lu sciampagnone’.

Carrùsci’lo’; carruscilo / carro o carretto malandato.

Carruzzo / catasta di legna.

Carta, carta. Carta da gioco, cartamoneta.

Cartacupiativa / carta carbone.

Cartallungo / punto al gioco della scopa.

Cartaro / giocatore che da le carte.

Cartassurbende o cartassurbente / carta assorbente.

Cartella / borsa scolastica, contenitore per documenti. Cartella dei documenti.Cartella clinica.

Cartella / bustina contenente polveri medicinali. Lu vino fatto cu la cartella /il vino fatto con la cartella.

Cartillo / Atto di nascita o di morte. Aggia scì a caccià lu cartillo ri morte / devo andare a farmi rilasciare l’attestato di morte.

Cartina / cartina, rettangolino di carta sottile per avvolgere le sigarette fatte a mano.

Cartòccio’ / cartoccio, in genere dolci avvolti nella carta. Un cartoccio di dolci.

Cartuscèdda ò cartuscèlla / documento. Al gioco: carta di poco valore.

Carusèdda / varietà di grano che da ottima farina per la panificazione.

Carusìddoo; carusillo / salvadanaio.Risparmio.

Carùso / pelata, testa rasata a zero.

Carusò / tagliare a zero i capelli o la lana alle pecore. Carusò r’ pekire. Tosare le pecore.

Carusòto-a’ / tosato, pelato.Che ha la testa pelata.

Carùto / caduto, cascato.

Caruto / caduto. Modo di dire: Lu discorso e’ vinuto caruto / il discorso, il ragionamento è capitato per caso. E’ capitato di parlarne.

Carvunèlla / carbonella.

Casa / casa, abitazione.  Azienda / Casa editrice. Casa madre. Casa produttrice.

Casaccio (a) / (pegg. Di caso) a casaccio, senza regole, senza riflettere.

Casale / casale, agglomerato di case fuori paese.

Casalinga / donna che si dedica ai lavori di casa.

Casalingo / fatto in casa, prodotto in casa.

Casalino / piccolo casale.

Casamindo / caseggiato, nucleo abitativo.

Casareccio / di casa, fatto in casa. casalingo.Pane casareccio / pane fatto in casa.

Casaredda, casarella / casetta, piccola casa.

Casariddo o jusiddo / ricovero per gli animali,stabbiolo per:(maiali, cani, pecore, galline)

Casaròla / (da caso/formaggio) grata di legno appesa al soffitto su cui si mettevano ad essiccare i formaggi.

Casarùlo / fatto in casa. Furmoggio’ casarulo / formaggio fatto in casa.

Casatìddo; casatìllo / dolce fatto in casa con ricotta prezzemolo zucchero e farina.

Casato / casato, dinastia.

Casàzzo / Cumulo di covoni appilati a cono sull’aia dopo la mietitura.

Caŝcaveglia / prugna. Ulecina. (Ulecina che cascola facilmente).

Cascetto / cassetto, tiretto.

Cascia / cassa, baule. Dim.cascitedda / cassetta.

Casciabànco-a / Cassapanca.Madia.

Casciara / confusione chiassosa.

Casciòne / cassone per grano. Cassone dei camion.

Cascitedda / cassettina.Piccolo scrigno.

Casedda / costruzione di bambini.

Casetta / piccola casa.

Casette / case modeste di due locali. Casette asismiche costruite in vari comuni colpiti dal terremoto del 1930.

Casicavàddo o Casicavàllo / caciocavallo. Formaggio filato lavorato a forma di pera.

Casiddo / catasta di legno di piccole dimensioni.

Casiddo / piccola forma di formaggio di circa un chilo.

Casinò / casa da gioco.

Casìno / casa di campagna a forma quadrata a due piani con la piccionaia che si facevano costruire i padroni terrieri.

Casìno /1° trambusto, chiasso. 2° bordello.

Casiriànda / donna che gira per le case per spettegolare.

Casirmòne / Grosso caseggiato.Caseggiato con grandi locali. Grossa caserma.

Casiro / casaro. Rotola casiro e mena quaglio ca puzzi fà li virmi a lu vattaglio. / gira casaro e versa caglio che possa fare i vermi al batacchio.

Casita, casta / casa tua.

Caŝkaveglia /Susina selvatica.

Caso/ Cacio, formaggio.

Casòne / costruzione agricola di una certa dimensione utilizzata come stalla, e rifugio.

Caŝpita Caschpita / caspita.

Cassaròla / casseruola, tegame.

Cassino.  / cancellino di pezza usato per pulire la lavagna.

Casta / casa tua. Vengo a casta per... / vengo a casa tua per...

Casta / casta, gruppo appartenenti a una determinata categoria.

Castagnàro / venditòre di castagne.

Castagnito / castagneto.

Castagnòle / nacchere. Per est. Fuochi d’artificio.

Castrà / castrare, evirare.

Castrato / agnello, bue castrato.

Casualità / casualità, combinazione.

Casualmente / per pura casualità, per caso, per un caso fortunato.

Casulujonne / andare di casa in casa. Vaj sulo casulujonne / và solo in giro per le case per spettegolare.

Casuppulo / casuppola, tugurio.Piccola casetta.

Cata (gr. Kata) dopo, dietro, rasente. Mano cata mano / una mano dopo l’altra.

Catacummilo ? / che somiglia un cumolo, una palla.Riferito a persona grassa e col posteriore sporgente. Detto : mi pare ‘nu catacummilo.

Catacurio / Villaggio. (dal greco Katacorio)

Catafalco / palco per le bare. Mobile brutto e ingombrante.

Catamòne o Katamòne / persona malandata che si trascina con difficoltà.

Catapècchia o Katapecchia / casupola misera.

Cataplàsmo-a cataplasma.Antico rimedio per malattie polmonari. Fig. M’ par’ nu cataplasma / mi sembra un cataplasma, amorfo.

Cataràtta / cataratta degli occhi; perdita di trasparenza del cristallino. Cataratte Cascate e sbarramenti a cateratta. Chiusure a saracinesca in canali serbatoi ecc.

Cataràtto / botola, apertura nel soffitto.

Catarìna /attrezzo da calare nel latte per misurarne la quantità. Menare la catarina, girare l’attrezzo nel latte.Fig.rovistare nei cassetti; fare danno nei campi; rivelare notizie riservate.

Catàrra o Katàrra/ Chitarra / Detto: mi pare’ ‘na catarra scurdota’ / mi sembra una chitarra scordata.

Catarràro / che suonava la chitarra.

Catarro / catarro, raffreddore.

Catàsta / Catasta, mucchio, ammasso, pila. Catasta di legna, di travi, di pietre.

Catena / insieme di anelli intersecati formanti una catena.  Catena del camino.Catena d’oro / monile. Fig.: Legame affettivo. Modo di dire: E’ ‘na catena / è un rapporto tormentato; un legame continuato.Jasteme a catena / bestemmie a cascata.

Catenàzzo o catinazzo. / grosso anello, grossa catena. Per est. Nella eccezione che si richiama la paura: sfintere, bucio del culo.Ti’ face’ lu catinazzo? Si strenge lu catinazzo? / avverti la paura?  Hai paura, si stringe il culo?

Caticatàscia / lucciola.

Caticatàscia’; Kàtikatascia o caticatascia / lucciola. Fig.“par’ ‘na kati’katascia’ “si dice di lume o di torcia che illumina poco.

Catinazzo / catenaccio / catena che serviva a sbarrare le porte ma anche travetto che scoreva neggli ochielli infissi nelle stesse per sbarrare.Fig.:Ti fac’ lu catinazzo? / stringi il culo? (Sta per culo, sfintere quando si richiama la paura, il timore).

Catinèdda o catinèlla / Piccola catena.

Catinèlla / Piccola catena

Catinìddo o catinello / occhiello di ferro Fig.:  sta per culo, sfintere quando si richiama la paura, il timore. Es. Ti face’ lu catiniddo? / ti stringe il culo, hai paura?  Si strenge’ lu catiniddo? / si stringe il culo?

Catinìddo’ / piccolo catino.  Per est. Occhiello di ferro girevole fissato alla catena che serviva a non far impiccare gli animali tenuti legati a un sostegno.

Catìno / secchio. (gr.kados) Sinon. Tragno.

Càto / secchio di legno, di stagno. (gr.kados) Catino / secchio.

Catòrcio, catùrcio / mezzo di locomozione inefficiente, vecchio e lento.

Catòsa / (da katà-oikìa?): ambiente sottostante) nascondiglio sottostante. Si ricorda un avvenimento semi serio in cui si cita questo termine. Lamadre di una famiglia che aveva qualcosa da nascondere, alla vista dei carabinieri, gridò al figlio: Antonio, prendi quella sfogliosa, stipila ‘ndò la catòsa c’arrivano li sgarbici / Antonio prendi quella banconota nascondila nella catosa (nascondiglio ricavato nel pavimento o che dava al piano sottostante) perché stanno arrivando i carabinieri.

Catosa / sistema a ingranaggi con catena e coppe rotanti azionati da una manovella per il pescaggio continuo dell’acqua dal pozzo.

Catozzàre o scatozzàre / togliere accorciatre grossi ceppila chioma degli alberi.

Catòzzere o catozzire / grossi ceppi di legno.Per est. Grosse pietre.

Catramma / catrame, asfalto. Foglio ri catramma / foglio di catrame.

Catuzzo / cumulo di legna da ardere per fare il carbone.

Catùzzo catozzo, catorzo, ceppo. Fig. uomo grosso tozzo e rozzo, testone.

Caurieja / fa caldo, che si riscalda. Si caurieja vicino a ru fuco / si riscalda cinicamente vicino al fuoco.

Càuro / caldo. Fa cauro / fa caldo.  (Lat. Calidum) Si more ri cauro/ si muore di caldo.

Causa / causa, giudizio, processo, azione giudiziaria.

Causa / loc.  Causa, colpa. Pi causa toja sò caruto / per colpa tua sono caduto.

Cava / cava, miniera. Sito di estrazione di pietra, sabbia, arena.  Cava ri prétǝ. Cava r’l’arena.

Cavà / cavare, estrarre, scavare.

Cavaddaro / allevatore di cavalli. Cavallerizzo / fantino.

Cavaddo / cavallo. Femm. Cavadda / cavalla.

Cavaddo, cavallo / cavallo: cavallo dei pantaloni, inforcatura.

Cavadduni, cavalluni / cavalloni,onde.

Cavadduzzo / cavallino, piccolo cavallo.

Cavaliro / cavaliere, gentiluomo.

Cavallotto / pennino a cavallotto di forma arcata. Dall’inventore Cavallotti.

Cavatiddi o cavatilli / Pasta fatta a mano, gnocchi, trijlli, cicatilli.

Cavatilli o cavatiddi /Pasta fatta a mano, gnocchi, trijlli, cicatilli.

Cavici o calgi / calci. A cavivi ‘ngulo / a calci in culo.

Cavilabbrùcculo / cavolobroccolo; fig. persona insignificante, scialba. Plur. Cavilabbrucculi.

Càvisa / causa, giudizio, processo, azione giudiziaria.

Cavuriàto / / Bucato, bacato, tarlato. Cavuriarsi al gioco / farsi prendere dal gioco; giocare con ossessione, cinismo.

Cavurieja / cava, scava, dissoda. Cavuriàrsi l’anima / tormentarsi l’anima. Cavurieja la terra / lavora la terra come una talpa, smuovere la terra. Si’ cavurieia r i’ sunno? / si sazia di sonno; dormire come un ghiro.

Cavuriò / essere preso con cinismo a....Cavuriò ru firro / riscaldare il ferro per dargli la forma. Cavuriò la terra / lavorare la terra con cinismo.  Stai cavurionno atturno a la massaria / lavora cinicamente intorno alla masseria.

Cavutàto / bucato; forato.

Cavutò / bucare, forare.

Cavùto / buco, tana, foro. Cavuto ri’ tarpinale’; cavuti ri’ surgi. / galleria sotterranea scavata da talpe, topi e animali terricoli. Fig. Tugurio, piccola abitazione.

Caziddo / cazzettino. Fig.: piccolo bambino, piccolo oggetto.

Cazza / usata come intereriezione spregiativa. Che cazza re femmina / che stupida di donna. Che cazza ri canzone / che canzonaccia.

Cazzata / stupidaggine, scemenza, bestialità.

Cazzcòla / (comandante immaginario) Eufemismo per ironizzare chi arriva all’improvviso, intromettendosi, ha la pretesa di comandare, dare ordini, imporre le sue idee. Si dice ironocamente: è arrivato Cazzcòla/ è arrivato il comandante. Chi sei Cazzcòla? (Sottinteso per comandare, per dare questi ordini o per parlare così?)

Cazzǝ, cazzi / voc. Intercalare per significare: fatti, cose, problemi, argomenti.  Chire cazzǝ ri femmine / quelle stupide di donne. So cazzi suje /sono fatti suoi. So cazzi amari! / sono grossi problemi. Quanta cazzi! / quante storie.

Cazzèra / Si usa dire: a mezza cazzera / a sghimbescio. Vestire a mezza cazzera / vestire corto e di traverso.

Cazzià, cazzijà / rimproverare, sgridare, strigliare.

Cazziàta, cazzijàta / rimproverata, sgridata, strigliata.

Cazziatòne / grande cazziata.Forte rimprovero.

Cazzimìjo / egoista, colui che bada solo ai suoi interessi.

Cazzinculo / scaltro. Persona che pur di realizzare il suo tornaconto si calerebbe anche le brache.

Cazzisùio / egoista che pensa solo ai suoi interessi.

Càzzo / pene, cazzo. Vocabolo usato sia per indicare l’attributo maschile, che figurativamente per sottolineare un disagio un fastidio, un modo di essere. Es. è na ruttura ri cazzo; nu’ rrompe lu cazzo; cazzi amari; piggliati stu cazzo; è nu cazzi miei; è nu cazzo in culo. Songo cazzi miei.

Cazzòla / cazzola, cucchiaia per muratore.

Cazzòne / fesso, grosso cazzo. Fig.:  sciocco, allocco ingenuo.

Cazzòtto / pugno, colpo dato col pugno.

Cazzuto / ben dotato di cazzo.

Cazzuttòta / scazzottata.

Cecà / accecare. Mi pozza cecà se nun dico la virità / mi possa cecare se non dico la verità.

Cecalupo, cicalupo / acceca lupi, erba infestante con aculei molto pungenti. Mi pare ‘nu cicalupo / si dice di chi cammina al buio o di chi cammina e travolge tutto come se non vedesse.

Cècce’ / cece Plu. Ciciri. Si’ sonna’ ciciri’ la scrofa /si sogna ceci la scrofa. Nun sape tinè tre ciciri ‘nganno / non sà tenere tre ceci in bocca; non sa tenere neanche un segreto.

Cèchila, ‘na cecola, na ciculecchia / un po’, un pezzettino. Na ciculecchia / Nu cicolicchio ri’ pane / un pezzettino di pane; nu ciculicchio ri’caso / un pezzettino di formaggio.

Cècine’/ Cecine, coccio, otre di terra cotta.

Cefreschile, cifreschile / tempia, cervella, timpani. Nun mi rombe re cifreschile / non rompermi i timpani.

Ceglia / (lat.cilia) ciglia, sopracciglia.

Ceglia / che ciglia, che sferza. La vespa l’have cigliato/ la vespa l’ha cigliato. Lu friddo ceglia / il freddo ciglia, sferza.

Cègna / Cinta, fune per fissare il basto agli animali.

Celebbra, cilebbra / cervella.  Attacco celebbrale.

Celestrina, cilistrina / celestina, azzurrina.

Celza / birba, furbacchione. Fig. che bella celza / che bel soggetto, che bel dritto.

Cèlza / gelso ibrido bianconero.

Cemice / cimice. Plur. Cimici.

Cèmmila / seme di finocchio selvatico, che si usa per taralli e biscotti.

Cèndra / cresta. La cendra ri’ haddo’ / la cresta del gallo.

Cendrèdda o centrella / chiodo quadrangolare con cui si inchiodavano le scarpe da lavoro.

Cendrillo, centrillo, cintrillo / varianti per indicare il clitoride. (Dal gr. Chentròn) / clitoride.

Cendrino o centrino / mirino delle armi da sparo.  Centrino / Tessuto ricamato con l’uncinetto di varia forma che si posiziona sui mobili per posizionare sopra  dei vasi o soprammobili..

Cèndro / centro.  Lu cendro’ ri’ la chiazza. / il centro della piazza.

Cèndro / pizzo lavorato all’uncinetto che si mette al centro sui mobili.

Cendròne, cindròne. / perno che sostiene i portoni. Chiù grusso è lu purtone e cchiù grusso è lu cindrone. / quanto più grande è il portone, più robusto sarà il cardine che lo sostiene. Fig. Quanto più grande è il portone, altrettanto potente è il padrone.

Cenduriòne / centurione.

Cènərə cenire / cenere.

Cennira / cenere.

Cenone / cena solenne,grande abbuffata. Cenone di Natale, di Capodanno.

Centrà / centrare, colpire il centro, riuscire a portare in porto un obbiettivo.

Ceppa / Ceppaia, cespo. La parte dell’albero tagliato a fior di terra sul quale nascono i germogli. Ceppa ri funghi / cespo di funghi.

Ceppira / ceppi.

Ceppo / parte dell’albero che sta sottoterra.  Plur. Ceppira / ceppi. Accr. Ceppone / cippone.

Cèra / cera. Cera d’api.

Céra / sguardo, aspetto.Avere una brutta céra. Avere una Bella céra.

Cerabbòria (a)/ a cerabboria /esposto alla bora, con la faccia esposta verso nord est.

Cerasa / ciliegia.  Dim. Cerasella. Ceraso /albero di ciliege.

Cerasedde / piccole ciliege. Per est. Cerasedde / peperoncini come ciliegie, piccanti.

Cercande / che cerca, chi chiede di tutto, soprattutto viveri o elemosina.

Cerchio / 1) cerchio. 2) anello di metallo per botte.

Cerchita / raccolta, questua.

Cère / cedere, cessare. Part.pass:  ciruto, ciso. / ceduto.  Cère’ l’attività / cedere, cessare l’attività.

Cerimonia / cerimonia, evento solenne, sposalizio.

Cerimonie / complimenti, formalità. Nun fà cerimonie / non fare complimenti.

Cèrmite / Trave di colmo. Linea apicale di sgronda del tetto.

Cèrne / Cernere, setacciare. Fig. Figliola ca cirni’ farina tu cu ssu culo’ nun zikulijà ca cu lu fruscio ri’ re minnelle la farina la fai abbulà / figliola che cerni farina, tu con quel culo non dondolare perchè col frusciio delle mammelle la farina la fai volare.

Cernicchio, cirnicchio / crivello, setaccio.

Cèrnita / scelta, selezionatura, passato a setaccio. Cirnuta / setacciata.

Cerniturà / cernitura,l’atto del cernere.La cernita, la setacciata.

Certe / certe, alcune. Certe vvote; certe bbote / alcune volte, certe volte.

Certe / sicure, certe tale. É ‘na cosa certa / è sicuro.  Certe parole fanno male. / alcune parole fanno male ‘nu certo giorno/ un tale giorno.

Cèrza / quercia. Plur. Cerze.

Cerzeto / bosco di querce.

Cesa / ceduta.

Cesine / (Lat. Caesina) Radura disboscata. Luogo ove era stato tagliato il bosco per ricavarne terreno fertile. Località di Vallata.

Cesso / cesso bagno, latrina. Modo di dire: è ‘nu cesso / è puzzolente.Per est. puzza con la bocca.

Cesta / recipiente di canne o di vimini.

Cetrino, citrino / di colore cetrino, pallido.

Cetrulo, citrulo / cetriolo. Fig.: babbeo.

Chè / che, che cosa. Che tengo ra sparte cu te / che ho da dividere con te. Che ha pututo mangià? / che cosa ha mai potuto mangiare?

Che / quale, forse che, perché. Che dici mai? / che cosa dici mai? Ma tu che omo sei? Ma tu quale uomo sei? Che si mmurto? / perché sei morto? Che la purti cchiù nnande / forse, hai più diritti?

Che sciorta! Che sorte!

Chènga o Kènga / gang, teppa.

Chessaccio (che saccio) / che sò!

Chi / chi, quale, colui che. Chi tene mala capa adda avè bbunu pére / chi ha la testa matta deve essere lesto di piedi. Chi sando tene la pacinzia mia / quale santo ha la mia pazienza.

Chià! / piano (troncamento di chiano) fa chiàno / piano, fai piano.

Chiàcca / asola,la chiacca ri’ li calzuni’, ri’ la cammisa.

Chiacchiaressa / ciarliera, pettegola.

Chiacchiera /pettegolezzo, ciarla. Hanno fatto ‘na chiacchiera / hanno fatto una discussione.

Chiacchiere / chiacchiere, pettegolezzi. Fig.: discussioni, litigi. Fà chiacchiere / fare discussioni, fare litigi.

Chiacchirijà / chiacchierare, conversare, discutere.

Chiacchirijàto / chiacchierato, discusso.

Chiàcco scorso / nodo scorsoio. Nun è chiacco scorso / non è un nodo scorsoio, non è urgente.

Chiachijllo / chiachiello. Fig. Persona inaffidabile. Persona che non è di parola. Che fa solo chiacchiere.

Chiaha / piaga. (lat.plagam)

Chiaità / chiedere, patteggiare, mercanteggiare. Chiaità sul prezzo / tirare sul prezzo, chiedere lo sconto.

Chiaitàto / pattuito, mercanteggiato. Lu Chiaito / ciò che si pretende, che si mercanteggia.

Chiajtà / chiedere, pattuirsi, pretendere. Chiajtàto / chiesto, pattuito. Si’have’ chiajtàto’ la ròta / si è pattuito la dote; ha preteso la dote; ha chiesto la dote. Si’have chiajtato lu prezzo / si è pattuito, ha chiesto, tirato il prezzo.

Chiàlla / pialla.

Chiallà / piallare

Chiamà / chiamare, rivolgere la parola.

Chiamato / chiamato, denominato.

Chiàna / piana, pianura.

Chiànca / macelleria.

Chiànca / strage; ha fatto ‘na chianca / ha fatto una strage.  E’ na chianca pi’ terra / è una strage, una devastazione, una moria di animali, una cascola di frutta.

Chiànca o chiancaredde / pietre piatte.

Chianchèdda / trespolo di legno; sedile rustico fatto con un disco o un rettangolo di legno doppio a cui si fissano tre piedi.

Chianchijàto / macellato; pestato, massacrato di botte.

Chianchiòne / grandepianto. Grande macello. Topon.  Chianchione / rione di Vallata che prende il nome da una cruenta battaglia ivi avvenuta con il massacro di buona parte della popolazione di allora.

Chianchìro / macellaio, addetto alla chianca.

Chiancòne / grossa pietra in genere di forma piatta. (Mo ti mengho’ ‘nu chiancone’. / Ora ti tiro un sasso.

Chianculènde’, chiangulende / piagnucoloso, chi ha il pianto facile. È ‘nu chianculende’ / si dice a chi si lamenta per suscitare la pietà degli altri, che si vuol far compatire.

Chiancuni / grosse pietre,pietrame.

Chiancunòta / sassata, tirata di un chiancòne.

Chiànda / pianta, piantina,pianta in genere.Chiànda ri’ milo / pianta di melo. Chianda ri lu pero / pianta del piede.

Chiandà / piantare.

Chiandamalànno’ / iettatore, che porta iella.

Chiandatòre / piantatore, chi pianta.

Chiandatùro / attrezzo di legno per fare i buchi nel terreno per piantare piante e semi.

Chiandèlla / soletta che stà a diretto contatto del piede.

Chiandìllo / piagnisteo, piagnucolio.

Chiandìme / piantine, pianticelle. Modi di dire: chiandime’ ri’ cipodde / piantine di cipolle.

Chiàndo / pianto. Se’ ne’ ha fatto’ chiandi / Se n’è ha fatto pianti. Face lu chiondo’ ri’ la Maddalena / piange tristemente.

Chianella / qualità di mele. Mela chianella.

Chianèlla / tronchi squadrati per sostenere solai e soffitti.

Chianèta o pianeta / pianeta, astro, sorte, destino. Tengo’ ‘una mala chianeta. / ho una malasorte.

Chianètta / piccola piana di terreno.

Chianga / (lat. plancam) beccheria, macello.

Chianga / pietra piatta per pavimentazione. Scalino che di solito stava davanti la casa per sedersi.

Chiangaredda / pietra piatta di modeste dimensioni.

Chiangaredde / quantità imprecisata di pietre piatte.

Chiange o chiange / piangere. Chiange’ lu murto’/ piange il morto. A chiange lu murto so lahrime perse / a piangere il morto sono lacrime perdute.

Chiànghila / pietra piatta.

Chiangulènde / Piagnucolone, lamentoso per motivi banali.

Chiangunòta / lancio di chianguni, sassata.Colpo inferto con un chiangone. ( Chiangone =  pietra piatta ).

Chianijà / mettere in piano, spianare.

Chiànka / pietra piatta. Per est. Macelleria. E’ ‘na chianka / è un massacro; è una strage.

Chiankarèdda / pietra piatta di modeste dimensioni.

Chiankèdda / sgabbello di legno non rifinito. Costituita da un pezzo di legno grezzo al quale si applicano i piedi.

Chiankijàre / massacrare. Fare una strage.

Chiànkile o chiànchile/ Pietre piatte per pavimentare strade e case di campagne.

Chiankìro / macellaio.

Chiankòne / grossa pietra piatta. Plu. Chiankuni.

Chiàno / piano, lentamente, senza fretta.

Chiano / piano, lentamente, senza fretta. Chiano- chiano / piano piano.Chiano! stai attento.  Modi dire: Piano merlo ca la via è pitrosa / piano merlo che la strada e pietrosa. Chiano vaj, ma la via la face / va piano ma consuma la strada; va piano ma sa realizzare.

Chiano / piano, pianeggiante, piatto, liscio. A lu chianu rose / al piano delle rose.

Chiàno-Chiàno / piano-piano, lentamente.

Chianta / mappa, chianta ri la casa / mappa della casa. Chianta ri la mano / pianta della mano.

Chianta / pianta, albero.

Chiantà / piantare, mettere a dimora. Part.pass.: chiantato / piantato.

Chiantaturo / punteruolo,attrezzo di legno con manico per bucare la terra e mettere a dimora le piante.

Chiantèlla / suoletta che si infila nelle scarpe. Fig.: Chiantella /rapporto sessuale

Chiantima / pianta. Plur. Chiantime / piantine.

Chianto, chiando / pianto. (lat. planctum) S’ha fatto tanta chianti / ha pianto moltissimo.

Chianùra / pianura.

Chianùzzo / piallozzo

Chiapparèdde o pizzòtte / pasta fatta a mano a forma romboidale.

Chiàppe / chiappa-e, sedere.

Chiappino / malizioso, furbo, marpione.

Chiàrfe / muco, cimurro, moccio. Fig.: L’have pulzòto’ re chiarfe. Gli ha pulito il moccio. Per est. / gli ha dato uno schiaffo.

Chiàrfo / Muco, moccio.

Chiarfòne / che ha le chiarfe. Fig. sbarbatello insignificante.

Chiarfùso / affetto da chiarfo, raffreddato, moccioso. E’ ‘na pechira chiarfòsa.

Chiarfuso / sbarbatello con le chiarfe / fig. ragazzo insignificante e scostumato. Dim. chiarfusiddo / scostumato, moccioso.

Chiarì / chiarire, spiegare.

Chiaro (lat.clarum) chiaro, limpido, terso. Fig.: con chiarezza, alla luce del giorno, con limpidezza. Cu ‘ssi chiari ri luna? / con questi tempi?

Chiatì / chiatire / chiedere supplicando,petere, penare, chiedere con insistenza, (chiajtà). Chiatì ‘nu murso’ ri’ pane’ / penare un tozzo di pane.

Chiàtra / acqua stagnante ghiacciata.

Chiatrà /congelare, intirizzire.

Chiatròne / lastra di ghiaccio. Pi’ terra è tutto’ nu chiatròne’/ per terra è una lastra di ghiaccio.

Chiattaròla / pietra piatta di piccole a modeste dimensioni adatta anche a pavimentazioni e rivestimenti.

Chiattìddi / piattole, parassiti della zona inquinale.

Chiàtto / piatto.  Fig uomo grasso e grosso. Accr. Chiattòne’. Dim. Chiattulìddo

Chiattòne’/ grasso e grosso.  Dim.: Chiattulìddo’/tendente a ingrassare.

Chiavà / ( lat.clavare) tirare,sbattere, ficcare,sferrare. Chiavà ‘ncapa / mettere in testa, ficcare in testa. Chiavà ‘na stampata / tirare un calcio, sferrare un calcio.

Chiavà / copulare, fottere.

Chiavariddo / soprannome: piccola chiave? Barcollante nel camminare?

Chiavata / giro di chiave nella toppa.  Tirata, sbattuta, Fig: scopata, coito, l’atto sessuale.

Chiavato / tirato, fottuto, ficcato. Chiavà ‘na mappina / tirare uno schiaffo.

Chiavatòre / copulatore, scopatore, fottitòre. A lu male futtitòre li ‘ntoppa lu pelo / al cattivo scopatore da fastidio il pelo.

Chiave / chiave, soluzione. Chiave del portone. Chiave del problema / soluzione.

Chiavetta / interruttore della luce, piccola chiave.

Chiàvica / latrina, fogna. Fig.: persona cattiva, squallida. Luogo sporco e puzzolente.

Chiavicòne / grossa chiavica, cloaca. Fig.: fetentòne:

Chiavino / piccola chiave di porta.

Chiàzza / piazza, macchia. La chiazza ri lu paese. ‘na chiazza r’uglio.

Chiazzà / piazzare, assestare. Chiazzà nu pugno / assestare un pugno.

Chiazzà / piazzare, mollare, collocare, vendere.

Chiazzaiùlo / che staziona abitualmente in piazza.Frequentatore della piazza.

Chiazzajùlo’; chiazzajòla / uomo donna di piazza. Che freguenta la piazza.

Chiazzato / piazzato, venduto, macchiato, che ha le chiazze.

Chiazze / macchie, piazze. Chiazze di vino, di olio / macchie di vino, d’olio. Chiazze sulla faccia croste sulla faccia.  A ddoie chiazze / a due piazze.

Chiazzìro / Piazzaiolo.Frequentatore della piazza. Che staziona abitualmente in piazza.

Chiazzòla / piazzola.

Chibbene (chi bbene) / che viene.L’anno chibbene / l’anno che viene.L’ano venturo.

Chicchirinedda / gallinella.

Chichierchia o chijchièrchia / cicerchia, pianta leguminosa.

Chicòzza / Zucca, cocuzza. Dim. Cucuzzìddo’ / zucchiuno. Fig. Stu criaturo’ è ‘nu bell cucuzzìddo / questo bimbo è ben messo, pasciuto ha un bel cranio.

Chièca / piega. Chiecà / piegare.

Chiecà, Chijcà / piegare, curvare, tracannare, ingoiare. Chijcà ri’ linzola / piegare le lenzuola. Fig.  Mi’ chijcatti’ ‘nu litro’ ri’ vino / mi tracannai un litro di vino. / mi chijcai ‘nu piatto’ ri’ cuccitelle’. Mi ingoiai un piatto di orecchiette.

Chiecatura, Chijcatùra o chiegatura / Piegatura. Per est.  Curvatura.

Chièga / piega. La chiega ri li calzuni / la piega dei pantaloni. Ha pigliato ‘na brutta chiega / ha preso una brutta piega.

Chiegà / piegare, curvare, chinare. Chiegà ru firro / piegare il ferro.

Chiegatùra / piegatura, curvatura.

Chiena / piena, piena delle acque, fiume in piena.

Chiena / piena, satura, riempita.  Fig.: Gravida.

Chiena / piena. La chièna’ ri’ la jumora / la piena della fiumana.

Chièngo, tegame di argilla per cuocere le focacce di granturco.

Chierchie, chierchira / cerċhi, cerchi di botti.

Chierchijra / rotelle, senno, cervello, giudizio, cerchia. Fig: rotelle del cervello. Nun tene chierchijra ‘ncapa / non ha rotelle in testa.

Chierchio; o circhio / cerchio.  Lu chierchio ri’ la votta / il cerchio della botte.

Chiere / chiedere. Chiero / chiedo.

Chiètro, Chiatrone. /Lastra di ghiaccio.

Chigli / gherigli di noce. Fig.  Coglioni.

Chigliòne / coglione. Fig. buono a nulla.

Chigliuni / coglioni.

Chijnco, chièngo / / tegame di argilla per cuocere le focacce di granturco.

Chijno, chiəno / pieno, sazio. Chijèna /Riempita, satolla, E’ chijèna’ la misura. / è piena la misura. Fig.  Incinta.

Chijno /pieno, colmo, riempito.

Ċhijrìte / chiedete. (Seconda persona plurale dell’indicativo presente del verbo chiere /chiedere).

Chijtro, chietro / stato di ghiaccio, di congelamento.

Chilacchiata / di circa un chilogrammo.

Chilo / chilo.

Chinàto / chinato,piegato.gusto di china.

Chinino / chinino. Amaro cume a ru chinino / amaro come il chinino. Una volta si usava contro la febbre e le infezioni.

Chinnùce / Ingoiare, ingoia.

Chìno / chinato, piegato, con la testa in giù.

Chiòcca / chiocca, ciocca’ ciuffo, mazzetto. Lachiocca ri l’albero; ‘na chiocca ri capeddi / una ciocca di capelli; ‘na chiocca ri’ cirase / una ciocca di ciliege. Chiocca ri’ viole / mazzetto di viole. Chiocca anella-anella / Chiocche di capelli anellati.

Chiòcco / cappio, nodo scorsoio. Mett’ lu chiòck ‘nganno’ / mettere il cappio al collo Fig.: mettersi la cravatta.

Chiòchiera / donna ciarliera e inconcludente. Per est. Persona di scarsa considerazione che dice solo chiacchiere.Fig.: che evidenzia il difetto di chi biascica le parole, assimilata alla chioccia.    (Chio, chio, chio!)

Chiochiero / uomo ciarliero senza costrutto.  Per est. Di poca considerazione, che parla a vanvera, sciocco. Fig.: assimilato achi biascica le parole (chio, chio, chio!).

Chiodino / chiodino; fungo della varietà armillaria mellea.

Chiòmmere / cervella. Ti mancano re chiommere / ti mancano le cervella. Solo nel senso di   comprendonio.

Chiòppa / ciòppa / cima d’albero, affastellato di piante di vegetali. Chiòppa r’urmo / testa d’olmo. Fig.Ttesta dura. Testone.

Chiorma, chiurma / ciurma, frotta, branco, gruppo di ragazzi.

Chiòve / piove.

Chirchio Chijrchio / cerchio; lu chierchio ri la votta / il cerchio della botte.

Chirchione / cerchio, cerchio di ruota, di bicicletta o di macchina.

Ċhiri / chiedi. (Seconda persona del presende indicativo del verbo chiere / chiedere).

Chiri / quelli.chiri ddà / quelli là.

Chirica, chjrica / chierica, tonsura.

Chirichiòccola, chirichiòkkila, cirichiòccola /testa, cranio. Modi di dire:mittattide’ ‘ndo la chirichiòccola /mettitelo in testa. Ti rompo’ la chirichiòccola. Ti rompo la testa.

Chirichiòmmole / cervella. Ti manca’no’ re’ chirichiòmmole.

Chiri-chiri / interiezione per chiamare i porcellini.

Chiròti / queglialtri.

Chirussape, chi ru ‘ssape, chi ru ‘ssà / chi lo sa. Chi ru ppò sapè /chi lo può sapere.

Chisà / avv: chissà, forse, può darsi, mah! Chisà se vene a Pasqua / chissà se viene a Pasqua.

Chisti / questi.

Chistoti / quest’altri.

Chitùgno / Cotogno, Femm. Chitogna.  Fig. E’ ‘nu chitùgno/ Uomo ben messo robusto. T’ chiavo’ ‘nu chitugno / ti tiro un pugno.

Chiù /(lu chiù) La civetta.

Chiù / più. Chiù assai / molto dippiù. (Lat. plus ) Chiù ddà / più in là.

Chiuddericchiù / soprattutto, specialmente.

Chiudduno, chiù dd’uno / più d’uno, in molti, diversi.

Chiùmmo / piombo, piombo dei muratori.

Chiungue / chiunque.

Chiùnzo / che arriva lentamente, flemmatico. Cung-cung.  Mo arriv’ chiunz’ cu r’ saragh’ Ora arriva posapiano con i saraghi. Termine long. Clunz.

Chiuppeta / pioppeta; chiuppeto / pioppeto.

Chiuppito / piovuto.

Chiuppo / pioppo. E’ cum’ a ‘nu chiupp’ / è come un pioppo, fa ombra.

Chiuppristo / piu presto, piuttosto.

Chiùre / chiudere, terminare. Chiur’ la cas’ ca nun sai chi tras’ / chiudi la casa perché non sai chi entra. Chiure cu l’amante / chiudere, terminare il rapporto con l’amante.

Chiusa-o / 1) chiusa-o, sbarrato. 2° Chiusa / sbarramento di un corso d’acqua.

Chiuttosto / piuttosto.

Chiuveddica / pioviggina.

Chiuvetto / piolo di cerniere.  Lu chiuvetto ri lu pascio / Ilpiolo del pascio. (Pascio = collare di legno che si incastrava col sciuvo dei buoi)

Chiùvo / chiodo. È cum a nu chiuvo’ / senza vita. Tene’ nu chiuvo’ ‘ncapa / ha un pallino in testa. Fig.: assillo tormento. E’ ‘nu chiuvo fisso / è un chiodo fisso. Per est. persona pigra svogliata.

Ci! ci! / citto, fai silenzio.Contrazzione di citto.

Ciacca / ferita specie del capo conseguente ad un colpo. L’have’ fatto’ ‘na ciacca ‘nfronte / gli ha fatto una ferita in fronte.

Ciaccalòne / si dice di bambino paffutello e grazioso. Ciaccalòne mio / paffutello mio.

Ciacche / gioco delle ciacche / gioco che consisteva nel preparare una buca al centro della quale si infilzava un paletto, poi si posavano dei bottoni o dei faggioli ad una certa distanza e bisognava centrare la buca con tre colpi. Chi colpiva il paletto centrale vinceva. (Le ciacche erano gli schiocchi (schiacciate) che si facevano con il pollice e l’indice mentre si batteva il bottone o il fagiolo.Detto che si usa ancora quando uno gioca male alle carte: Stai sciukònnǝ a re ciacche / significando che sta giocando male.

Ciacchete / rumore dei piedi che pestano una pozzanghera.

Ciacchijà / pestare, battere, sminuzzare pestando. Ridurre in poltiglia.L’atto del pestare coi piedi nel terreno bagnato, camminare nel fango ecc. Pestare nell’impasto di farina molto bagnato. Queste azioni per l’effetto della pressione e della presa che svolge la materia molle producono un suono caratteristico di cik ciak, da qui ciacchijare.

Ciacchijàto / pestato, battuto, ridotto in poltiglia. Fig: percosso.

Ciàccia / carne,termine che si usa con i bimbi. Modo di dire: mangia la ciaccia a mamma.

Ciacciuto / carnoso, polposo. Cicciuto-cicciuto / rafforzativo di carnoso, polposo.Si dice anche di ortaggio e di frutta.

Ciaciàcco / persona senza spina dorsale.Fig.: che si lascia infangare dalla moglie, che si fa cornificare. Per est. Buono a nulla, adatto a fare il gioco delle ciacche che fanno i ragazzi Ciaciaccone / cornutòne.

Ciaciona / Simpatica prosperosa.

Ciacione / piacione, bonaccione, pettegolo, 2°)Ciacione / artigiano grossolano, poco ferrato nel suo mestiere.

Ciaf-ciaf / voce onomatopeica che esprime il rumore di calzature slacciate che battono sul pavimento.

Cialià / Cialià / ciarlare.Attaccare discorso per informarsi su tutto e su tutti, ficcare il naso.Vaj’ sulo cialijanno / va solo ciarlando in giro.

Cialieja / ciarla. Cialiava /ciarlava.

Ciambarcòne / chi inciampa e barcolla. Si dice di persona che per disattenzione inciampa e barcolla, ondeggia, travolgendo tutto e facendo danno.

Ciambata / ciampata. Sin. uanciata.  ‘na ciambata ri fieno / una guanciata di fieno.

Ciambata, ciampata / zampata. Orma della zampa, del piede, della scarpa.

Ciambe / zampe. Detto: Staje sotto a r’ ciampe ri lu vove / Sta sotto le zampe del bue. Fig.  Sottomesso, dominato.

Ciambìjà / calpestare, pestare coi piedi. Per est. / Ciampijà nel piatto / mestare nel piatto rovinando l’aspetto del mangiare.

Ciambòne / di grossa ciampa. Piedone.

Ciambòtta / minestrone realizzato con un miscuglio di ortaggi. (Patate, zucchini, sedano, pomodoro, peperoni, cavolo ecc).

Ciambotta / pastone per il maiale.

Ciambulèia / atto del ciarlare a lungo.

Ciambulìddo / piccolo chiacchierone, ciarlatore. Per est. Dal piede piccolo. (Piccola ciampa).

Ciambuni o rambuni / scarpe grosse, vecchie e deformate.

Ciambuttèlla / ciambotta di verdura.

Ciambuttìddo’ / che ciambotta, arruffone. Colui che mistifica, esegue male i lavori.

Ciambuttò / ciambottare, ridurre in fanchiglia, eseguire male i lavori.

Ciambùtto / pantano, guazzo, lavoro eseguito male, pestaggio nel fango, nel terreno bagnato.

Ciambuttòne / persona che esegue male quello che fa, incapace,che ciambotta, arruffone.

Ciamfarcòne / senza grazia, che travolge e calpesta in malo modo. (Il termine deriva da ciampa e falcone, e assimilato all’ avventarsi goffo e senza grazia del falcone sulla preda

Ciammarùca / / Lumaca Fig.donna viscida bruttina.Lumacone / grossa lumaca. Fig: persona lenta.

Ciammarucòne / lumacone Fig. uomo lento, lumacone.

Ciammià / Ciampià, Pestare, guastare toccando, pestando. Ciammiare nell’orto, raccogliere guastando, pestando; ciammià ‘ndò li piatti / pasticciare assaggiando nei piatti rendendoli impresentabili.

Ciammiàto o ciampiato’ / calpestato, pestato.

Ciammiddà / sminuzzare,spezzettare in malo modo percuotendo; potare in maniera errata con tagli inopportuni senza cognizione.  L’hav ciammidato’/ l’ha ridotto in malo modo. Spezzettare male la carne.Fig. Pestare, percuotere.

Ciammiddàta-o’ / spezzettata in malo modo soprattutto la carne. Fig.: Massacrato, riempito di bòtte.

Ciammìddo / attrezzo di legno dei macellai sul quale spezzettano la carne.

Ciammùrio / Raffreddore con muco. Avere lu ciammurio, essere molto raffreddato con emissione di liquidi mucosi.

Ciàmpa / zampa.  Sotto’ a re’ ciampe’ ri’ lu vove. / sotto le zampe del bue.

Ciampàta / zampata. Orma lasciata dalla scarpa.

Ciampià / calpestare; pestare, danneggiare calpestando.  Ciampiare il terreno; ciampiare nei piatti.

Ciampicà (in), inciampicà / inciampare, incespicare.

Ciampone / piedone, zampa grossa.

Ciampotta, ciambotta / mangiare,miscuglio di sapore disgustevole.

Ciamputtò, ciambuttò / eseguire male ciò che si sta facendo. Inzaccherarsi.Pestare insistentemente nel fango.

Ciamurro / cimurro.

Ciànce / ciànci / piagnistei, moine, complimenti. Ciànce / carezze accattivanti per ottenere qualcosa.

Ciancià, ciancijà / coccolare, vezzeggiare.

Ciancianella / albero di maio. Fiore delle robinie. Soprannome.

Ciancianèlle o ciancianìlli’ / pendagli, ornamenti, ciondoli.

Ciancijà / fare moine, ciance, adulazioni. Moine affettuose ai bimbi, ai nonni, e alle fidanzate.

Cianciosa /vezzosa, che si cerne, si da le arie.

Cianciuso / cerimonioso, adulatore, mellifluo.

Ciange / adulazioni, moine affettuose, carezze accattivanti per ottenere qualcosa.

Ciangh’lone / persona grossa e strampalata che si dimena camminando, bracalone.

Cianghilone / strampalato. Fig.: persona discinta e strampalata che cammina dondolando gli arti.

Ciao! / ciao, arrivederci. Ciao! Ciao! /Espressione amichevole di saluto.

Ciappa / placca, lamina di metallo, fermaglio. 1 Ripiegatura di cinta per passare la fibia :2 pietra tonda e schiacciata usata dai ragazzi per giocare.  Si usa nell’espressione ironica: E’ ‘n’ommine r’ ciappa / è   uomo da medaglia, è un umo di rispetto; che porta le ciappe, che porta i lustrini. Si dice a un ragazzo che si da arie da adulto.

Ciappette / punti metallici. Rammento: punti grossolani. Lettera: mette quatto ciappette / scrivere quattro righe alla buona.

Ciaravilo / (da charaut antico francese) Guaritore di morsi di serpenti. Scanginome vallatese.Ceraulo  ceraolo ciraolo, ciaravolo, dovrebbero tutti derivare da soprannomi originati dal termine arcaico ceraulo o ciraulo che significa sia incantatore di serpenti che imbroglione, a loro volta derivati dal termine greco keraù les (suonatore di flauto, incantatore), nel 1400 i cerauli o celauri o serpari, difendevano il bestiame dai morsi del serpente, quindi questi cognomi potrebbero anche derivare dal mestiere di serparo svolto dai capostipiti.

Ciaravolo / ghetta di stoffa che i contadini legavano   alla caviglia con una corda quando zappavano per evitare l’umido del terreno. Plur. Ciaravoli.

Ciaravulo, Ciaraulo / lungabiscia.

Ciarlà / chiacchierare, dire sciocchezze.

Ciarle / chiacchiere, sciocchezze.

Ciarlessa / chiacchieressa.

Ciarlisso / chiacchierone.

Ciavàrro / Ciavàrra / Agnello con le corna spuntate. Fig. Uomo cornuto.

Ciavarròne / dotato di corna,cornuto.

Cibato, civato / cibato, imbeccato.

Cicà / accecare. Mo ti ceco l’uocchi / ora ti infilo le dita negli occhi.

Cicalenza / l’essere momentaneamentemiope, non vedere le cose per distrazione o sonno.

Cicata / cieca. A la cicata / alla cieca, senza guardare, senza ponderare.

Cicato, Cicato’/ cieco, orbo. Fig. / disattento.

Cicchètto / Sorso, rimprovero. Ho bevuto un cicchetto / ho bevuto un goccio; hav avuto’ ‘nu cicchetto’ / ha avuto un rimprovero, cazziata.

Cicchettone / grosso sorso. Fig.  Grosso rimprovero. Per est.Persona nullafacente che pensa solo a farsi qualche cicchetto.

Cicchijà / pestare nel fango, nelle cose pastose deturpandole. L’azione provoca il suono cik, ciak.

Cicchittà / bere cicchetti, sorseggiare.

Cicchittèja / attitudine di chi passa il tempo cicchettando. Sorseggia facendo il vagabondo.

Cicchittijà / passare il tempo cicchettando; bevendo cicchetti di vino o di liquore.

Cicci / ceci, legumi.

Cìccia / carne, grasso.

Cìccile / pustule residuo delle vaccinazioni antivaiolose.

Ciccione – a / grassone – a.

Cicciuto / polposo, in carne. Fig.: ricco di ciccia, grasso.

Cicerignola, cicirignola / uccello dei boschi simile alla gallina cicerina.

Ciciniddo / piccolo cecine, salvadanaio di coccio,( creta).

Cicippo e ciciappe /bla-bla. Chiacchiere inutili.

Ciciri / ceci / ha mangiato ciciri / ha mangiato ceci, è contento. Si sonna ciciri la scrofa. / la scrofa sogna i ceci. (Avere un desiderio inappagabile).

Cicirignola / strumento sonoro immaginario.Fig.: organo femminile. Quanno lu scarparo nun sape che ffà si sona la cicirignola.

Cicirina /grigia, cenerognola. Gallina cicirina / gallina grigia.

Cickinìllo, cickinella / termine vezzeggiativo per i maialetti.

Cick–nè / suono di richiamo per i maiali.

Cicuta / Cicuta; pianta erbacea velenosa. Si dice di donna: pare ‘na cicuta / sembra una cicuta, brutta e poco gradevole.

Cìfro / lu cìfro (da lucifero) / il demonio, il diavolo. E’ arrivendato ‘nu cifro / è diventato un demonio.

Cìgli / 1) germogli. Li cigli’ ri’ re’ patane’; ri’ re’ cipodde / i germogli delle patate, delle cipolle. Cigliàto / germogliato.

Cigli / 2) fitte dolorose. Cigli di pancia; cigli reumatici ecc.

Ciglià / germogliare, pungere col pungiglione, sferzare con la frusta o con la sferza. Per est. Punire, multare, querelare.

Ciglia, ceglia / ciglia degli occhi.

Cigliàto / Punto dal pungiglione di un insetto. Per est.   Sferzato con una frusta sottile. Fig.: Punito, multato, querelato.

Cìglio / margine, ciglio di strada; germoglio.

Cìglio / pungiglione, dolore; cigli’ ri’ panza. / dolore di pancia.

Cigliùso / che aggrotta le ciglia, irascibile.

Cignà / legare. Legare il basto alle bestie. L’hav cignata’ / ha fissato il basto alla bestia; Fig. l’hav cignato’/ gli ha dato le botte; lo ha bastonato.

Cignata / Che gli è stato fissato il basto con la cinghia. Bardata. Per est.Cignata / batosta, percossa colpo dato con un bastone o con la cinghia.

Cignàta / Fig. batosta, percossa, Se arrivi tardi ti cègna / se arrivi tardi ti picchia.

Cik – ciak / voce onom. Che riproduce il suono del pestare negli impasti liquidi o nel fango.

Ciktijeja / atto di chi pesta nel fango o nell’impasto di farina producendo il suono di cik-ciak.

Cilebbra /cervella. Fig. intelletto. Nun tene cilebbra ‘ncapa / non ha cervello in testa.

Cilènne / Andare in giro chiedendo o cercando qualcosa. Perdere tempo girando nei paraggi. Vai cilenne’ / che vaa zonzo cercando non si sa cosa.  Modo di dire: vaj sul’ cilenne/ va solo gironzolando.

Cilìtica - o / isterica; volubile.

Cilo / cielo, volta. Volta celeste. Lu cilo ri la casa / la volta della casa.

Cilòne;Ciluno / andare sperto alla ricerca di qualcosa che non si trova.Cercare in giro con ansia qualcosa.Andare in giro a zonzo. Andare a tentoni.

Cilz o’ / Gelso.

Cìma / cavolfiore. Infiorescenze delle rape.

Cima / cima, vetta. Cime / vette, alture.

Cimà / cimare, togliere la cima.

Cimamammarella / germoglio di rapesta, ottimo da mangiare.

Cimarulo / che sta in cima. Cimaruli / peperoncini che crescono sulla cima della pianta in esaurimento.

Cimma / sopra. Passà pi cimma / passarci sopra, lasciar perdere.

Cimma-cimma; in superficie, coppa-coppa. ‘ncimma-‘ncimma / sopra-sopra.

Cimmarùli’ / piccoli peperoni che nascono sulle cime della pianta alla fine del ciclo produttivo.

Cimminera / ciminiera, comignolo, canna fumaria, camino. Fig.: Cimminera / organo femminile.

Cinda / cinta. La cinda r’ li calzun. / la cinta dei pantaloni.

Cindo, cendo / cento. Me ne ha dato sulo cindo / me ne ha dato solo cento.

Cindrèdda / tacce. Chiodo con la capocchia che si fissava alle suola delle scarpe da lavoro per farle durare più a lungo. Cindredde doppie. / A testa doppia; doppie tacce.

Cindròne, cintròne, centrone. / piolo a testa larga; cardine dei portoni dei palazzi nobiliari. Prov. Chiù grusso è lu purtòne e chiù grusso è lu cintròne.  Quanto più grande è il portone tanto più grande è il cardine. (Fig.: tanto più potente il signorotto che vi dimora).

Cinghe / cinque. La mano tene cinghe rescite / la mano ha cinque dita.

Cingulo / cingolo

Cinso / censo.

Cinso, lu cinso / il censo: tributo sui terreni che imponevano i notabili del paese.

Cintròne /

Cintulino o cinturino. / f ibia, cinta

Cinturino o cintulino / fibia, cinta.

Cinzo / censo, rendita. Pagà lu cinzo / pagare il censo.

Ciocca / ciocca, chiocca.

Ciocia, acqua ciocia / bevanda sgradevole,brodaglia.

Ciocio / sciocco. Chiochiero.  É ‘nu ciocio / sciocco. (Si dice di chi parla a vanvera.)

Cioffa / nodo legato a farfalla, nocchetta, ciuffo d’erba, peto. La cioffa delle scarpe / la legatura delle scarpe fatta a cioffa. Na cioffa r’eriva / un ciuffo d’erba.

Ciòffa, loffa / peto.Ha fatto ‘na cioffa / ha fatto un peto.

Cioffela, cioffila / ciuffo, francia.

Ciòla, / Cornacchia. Per est. Berretto, organo femminile. Fig. ‘ngappa’ ri’ ciole / stare a far niente / stare inattivo imbambolato.Volg. / la ciol r’ sorda. / la ciola di tua sorella. Per est: coppola. S’hav mist’ ‘na ciola ‘ncap’. / si è messo una coppola in testa.

Ciòle / piche, gazze.

Ciòle / piche, gazze.

Ciompi / anchilosati, zoppi.

Ciompo, ciòmbo, ciumbo / anchilosato, che ha difficolta a muovere le gambe, zoppo. Chi è ciumbo r’ mani e ri piri vaj a Napoli a truvò mugliera. / Chi è incapace di mani e di piedi va a Napoli a trovare mogliera. Eufemismo che descrive gl’incapaci di trovare moglie e vanno a meretrici.

Ciòncio, ciòncio cencioso; pagliaccio / persona vestita di cenci. Mi pare’ cioncio’ / mi sembra Cioncio. (Il termine è un patronimico di persona che vestiva male, cencioso, come un pagliaccio). Ti’ si’ vistuto cume’ a Ciònc’io / ti sei vstito da pagliaccio. Si nu Cioncio / sei un pagliaccio.

Cionco; ciunco / monco, tronco, sciancato, storpio, zoppo. Cionco / anchilosato.

Cionna / fig.:  fessa; vulva; vagina.

Cioppa / un affastellato di vegetali cresciuti insieme: cioppe ri funghi; cioppe r’eriva.Cioppa r’uva.

Cioppila / affastellato, grappolo. Na cioppila ri cazzo / unacioppa di cazzo; un grappolo di cazzo.

Cioppira, Cioppire /   radici di alberi da ardere. Ceppi.

Ciuppiro / ceppo nodoso

Ciòtila / ciotola di terracotta a bocca larga per contenere l’acqua, realizzata con una membrana forata nel collo per evitare l’entrata dei rettili.

Ciotta / grassa, tonda, robusta, tozza, tarchiata, piena. Ciotta-ciotta /tonda­- tonda.

Cipòdda / cipolla.

Cìppo, cippiro ocippi’ro, ceppira / ceppo. Fig.Lu cippo’ ri’ la famiglia / Cognome del casato. Stai a cippo’ mio. / è intestato a me, è a mio nome. Lu cippo’ mio pruvene ra .... / il mio ceppo proviene da... Plur. Li cippir i’ o re ceppire

Cippòne / grosso ceppo.

Cipuddìno / cipollino. Lampascione.

Cipuddone / cipollone, lampascione. Fig. Iindividuo sciocco, minchione.

Cipuddòra / grillotalpa.

Cipuddòro / chi coltiva e vende cipolle.

Cirasa / ciliegia.

Cirasa / Ciliegia.

Cirasiddo / piccolo albero di ciliege.

Cirasiddo / piccolo ciliegio. Modo di dire ironico: E’ sagliuto ‘ncimma a lu cirasiddo / ha acquistato gradi, è diventato importante.

Ciràso / ciliegio.

Circà / chiedere, cercare. Circà lu pelo’ ndo l’uvo’. / cercare il pelo nell’uovo.

Circande / che cerca, che elemosina, mendicante. Monaco circande / monaco elemosinante.

Cìrchilo o cirkilo’ / circolo

Cìrchio / cerchio. Lu circhjo ri’ la votta. / il cerchio della botte. Fig. Nun ten chierchja ‘ncapa’ / non ha senno, non ha cervello.

Circuìre / abbindolare, trarre in inganno.

Circulo, circhilo. / circolo.

Cirivèdda o cirivella / cervella.  (Anche ciuvuredda, ciuvuredde)         

Cìrli / capelli sottili,riccioli.

Cirnenne / cernendo. Vai sulo cirnenne / va solo in giro dimenando il culo come se cernesse.

Cirnicchià / Cernere. Fig. gironzolare, andare a zonzo.

Cirnicchiànno / gironzolando, andando in giro. Vaj sul’ cirnicchianno / va solo gironzolando.

Cirnìcchio / setaccio, crivello, cernecchio.

Cirnitùra / cernitura.

Cirocino / cero, candela, moccolo.

Cirogna / Lacedonia

Cirreto / bosco di cirri.

Cirriglio / cicaleccio, chiacchiericcio,conciliabolo sedizioso, maldicente. Chiacchiericcio di più persone su argomenti futili. ‘nu cirriglio ri congiurati.  ‘ nu cirriglio ri vecchie. ‘nu cirriglio r’ chiazza. Cirriglio r’aucidde’ / cinguettio prolungato d’uccelli radunati sugli alberi. Il cinguettio si avverte maggiormente nei momenti di paura degli uccelli o di richiamo per la scoperta di abbondanza di cibo Per est. Adunanza segreta o appartata soprattutto per fini non buoni.  Tinino cirriglio / complottano.

Cirro / cerroAlbero delle cupulifere. Quercus cerris.Varietà di guercia che si distingue per le foglie oblunghe, lobate e cupola a squame libere e lineari. 

Cirro / nuvola bianca serica; plur.cirri / nuvole isolate bianche seriche, filamentose, costituite di ghiaccio. Per est. Viticcio, ricciolo.

Cirzòne / grande guercia. Dim.: cirzodda / piccola guercia.

Ciso / ceduto.

Cissà / cessare, cedere.

Cisterna / vasca, serbatoio d’acqua, grande pozzo.

Cisto / recipiente di canne o di vimini / per il trasporto di mercanzie.

Cità / chiamare in giudizio, convocare.Fare una citazione. Citare in un libro.

Citrangole / eufemismo per indicare le cose in maniera vaga.

Citrato / sale di sodio.

Citringoli e citrangole / scioglilingua per gioco: Citringoli e citrangole vengo a la casa ri mammeta che mi rai?

Citrìno / giallo limone. Pallido di color limone.

Citrulo / fesso, babbeo.

Citrunòta / bevanda digestiva e anti acido a base di citrato di sodio.

Citrùvilo / cetriolo. Fig. Citrullo, fesso babbeo.                                                

Citticìtto / in silenzio, di nascosto, a bassa voce.

Cìtto / zitto, stare muto, quieto.  Detto: citto-citto mmizz a lu mircato / zitto -  zitto in mezzo al mercato.

Cìtto / zitto. Citto e mosca / zitto e mosca.

Ciucca / ciucca, sbornia.

Ciuccare / bere per ubriacarsi. Bere vino.

Ciucciare / succhiare,

Ciucciariddo / asinello.

Ciucciaro / commerciante di asini.

Ciuccio / Asino. Fig: ignorante; asino. Fem. Ciuccia / asina.

Ciuccio / succhiotto.

Ciucciuvettila / uccello del malaugurio, civetta. Fig. Donna iettatrice.

Ciù-ciù / o zù-zù / espressione per chiamare i cani.

Ciuciulià / bisbigliare, cicalare, spettegolare, mormorare.

Ciuciùllo / cagnolino. Ciuciullare / abbaiare come un cagnolino.

Ciuculatera / caffettiera; brocca per riscaldare il cioccolato.

Ciufeca / bevanda scadente. Lu vino è ‘na ciufeca / il vino è scadnte.

Ciuff – ciuff / loc. onomatopeica: rumore emesso dal treno durante la marcia; suono prodotto sbattendo i piedi nel fango.

Ciuffilo / ciuffo d’erba, di capelli; manipolo di spighe, di piantine, di vrassiche.

Ciuffo / ciocca di capelli calata sulla fronte.

Ciumpo / ciompo, che non riesce a camminare, azzoppato. Ac-ciumpa ddò / stai fermo lì.

Ciùtto / grasso, tarchiato. Ciùtto / grasso, tarchiato, riempito. Fig.: s’è fatto’ ciutto’ – ciùtto / si è ingrassato; ha mangiato a crepapelle.

Ciuvìddo o Ciuciuviddo / miscuglio di cucinato con vari ingredienti. Es: misto di ortaggi, di legumi, di carne ecc. Ha fatt nu ciuciuvidd. / Ha preparato da mangiare con un miscuglio d’ingredienti.

Ciuvurìddo / cervello. Ciuvuredda / cervella.  Anche: ciuviriddo’ e ciuviredda.

Civà / cibare, imbeccare.

Classico / classico. Abito classico. Fig.: Persona classica / strana, curioso, testarda.

Cliente / cliente, avventòre.

Cmplità / finire, completare, portare a termine.

Cocca / appellativo affettuoso.Coccolona, tesoro, cocca.Cocca di mamma / tesoro di mamma. Coccolona di mamma.

Cocche / qualche. Cocche bbota / qualhe volta.

Cocchecosa / qualche cosa.

Coccheruno, coccuno / qualcuno.

Còcchia / coppia, paio.

Cocchia / coppia. Li funghi crisceno a rocchie li fessi vanno a cocchia / i funghi crescono a rocchie i fessi camminano in coppia.

Cocchijla / guscio.

Còcchijla o cocchiola / guscio, corteccia, cùucchilo.

Còccia / Modo di dire: na coccia ri cazzo / un coccio di cazzo. (Sta per nulla, niente).

Coccia / testa, coccio. Coccia dura / testa dura. E’ri coccio / è di coccio duro.

Coccio / scodella, frammento di vasellame.

Còcco / frutto esotico. Fig.:Cocco bello / sta per grazioso, simpaticone. Per est.Uovo, Fig.: cocco di mamma / bello di mamma.

Cocco, coccò / uovo. Variante: uvo; cucco; Plur. Ova. La haddina have’ fatto’ lu cucco (l’uvo). La gallina ha fatto l’uovo.  Lu cucchitillo / piccolo uovo. Vezzeggiativo che si da ai bimbi. Lu cucchitillo ri’ mamma / piccolo cocco di mamma.

Coccodè / verso caratteristico della gallina che usa soprattuto dopo aver deposto l’uovo.

Còce / cuocere. Cutto’ / cotto. Prov. ‘ncimma a ru cutto’ l’acqua vudduta. / sulla scottatura arriva l’acqua bollente. Fig.:  a una disgrazia se ne aggiunge una più grande. A un danno se ne aggiunge uno peggiore. (La sfortuna non conosce pietà).

Còce / scotta. Fig: brucia, rode.

Cocola o Còchila / capolicchio, bacca di guercia.

Cocùmeri / cocomeri / Angurie

Codda (ac-codda) (a tra-codda) / collo, bagaglio. (Termine poco usato) Si usa nell’espressione S’accodda / si accolla, si mette sulle spalle. A tra-cuddo / a tracolla / tra il collo, sulle spalle. (Tracolla: borsa con cinta lunga che poggia su una spalla trasversalmente al corpo.

Coglia / borsa scrotale. ( Lat. coleum ) scroto.  Fig. Che coglia / che scocciatura.

Coglie / cogliere, colpire. Cùglito / colto, colpito. L’have cuglito ‘nfronte / lo ha colpito infronte.

Cogliùto / dotato di coglia. Ernioso. Affetto da idrocele. Fig.:  Sciocco, minghione.

Cogne / maturare.  Fig:Cogne ‘ngurp’ / maturare dentro la rabbia.

Côkv o kakkivo / càccavo, pentolone per cagliare il latte.

Còla / corvo.

Colabroro / colabrodo.

Cola-cola / bagnato fradicio.

Colastratto / passatutto,utensile da cucina bucherellato per passare la salsa.

Colera / colera, fetore, puzza insopportabile.

Colica / colica.

Colla / colla, mastice.

Collera / rabbia, nervosismo, dolore, risentimento.

Colòstro / primolatte giallo e denso delle vacche e delle puerpere appena partorite.

Colpo / colpo, sparo, botta, percossa, colpo apoplettico. S’è sinduto ‘nu colpo / si è sentito uno sparo. Ha preso ‘nu colpo / ha preso una botta. L’è pigliato ‘nu colpo quonn ave visto lu figlio ferito / gli è preso un colpo, uno spavento quando ha visto il figlio ferito.

Coltura / coltivazione del terreno. Mette a coltura / scassare il terreno per fare le semine.

Comandi / ordini. Comandi signor tenente / ordini signor tenente.

Come! / Come no! certamente, figurati.

Comesiasia / purchè sia, non importa com’è fatta. In qualunque modo.

Comidi, commidi / comodo /Fai li còmidi tui / fai i tuoi comodi.

Comito, còmmito / arredo, recipenti. Li còmmiti’ ri’ la casa / gli arredi di casa. Plur. Commiti / arredo della casa, recipienti.

Commà / abbrev.Di commara.

Commara / madrina, testimone di nozze.

Comodino / comodino.

Compare / testimone di nozze, padrino di battezzo. Compà / abbrev. Di compare.

Complimendare o cumplimendare; / complimentare, regalare, fare regalie per una buona azione.

Complimendo / complimento. Complimendo o Cumplimendo; / complimento,omaggio,regalo, regalia, presente. Lagg’ fatt’ ‘nu cumlpimendo / gli ho fatto un regalo. Regalo fatto in denaro. In segno di riconoscenza o compiacimento si regala qualcosa.

Composta / che sta compostamente. Sistemata.

Compòsta / peperoni sott’aceto.Piparuli’ a la cumposta e baccalà / peperoni sott’aceto e baccalà.

Cònca / recipiente di metallo o di plastica a forma di tinozza per usi vari. ‘na conca r’acqua / una conca d’acqua. Plur. Conche.

Condorno / contorno. Ci’ò che ruota attorno.  Ciò che viene dopo il primo piatto.

Condra–ora / contr’ora.

Confessà, cunfissà/ confessare. Si staje cunfessanno / si sta confessando, spiattella tutto.

Confessiunile / confessionale.

Conga / conca, bacinella. Dim. cunghitedda /bacinella.

Conghie, Cònghije / maturare,maturare della frutta, del grano.  La frutta hadda cònghie. La frutta deve maturare. Chinghijùto o cunghijùto / maturato. Conghie ‘ngurp’/ soffrire dentro, incorporare. Amarezza. Conghije ‘ngurpo’ ma nun si’ sfoga / soffre dentro ma non si sfoga; accumula rabbia dentro ma non si sfoga.

Connula / cunnula /culla.

Consubrino, Cunzuprino /cugino. Cugino da parte di sorelle.

Consuprino / consobrino, cugino da parte di madre. (dal latino consubrinus).

Contr’ora / il periodo della giornata dopo pranzo, ora del pisolino.

Contrabbanno / cantrabbando.

Contrada / contrada, frazione.

Contrapelo, contropelo / spolpare, ripulire. Fare pelo e contropelo / radere a verso e controverso. Fig. Ripulire, spoliare, dir male.

Contratimpo, controtimpo / controtempo, non nel periodo giusto. Vrignà controtempo / vendemmiare nel momento sbagliato

Contravindo, controvindo / controvento.

Contro / contro, in opposizione a qualcuno.

Contrucchio / controcchio, scongiuro.

Cònza /concia. Insieme dei condimenti delle pietanze. Per est.Cunzò la minestra / liberare la verdura degli scarti. Insaporire la minestra. Conza re ri pedde / concia delle pelli.

Copella; cupella. / contenitore per alimentare il maiale. Soprannome di famiglia di Vallata.

Coppa / sopra.  Luvò ‘nu peso ra coppa a lu stommico / togliere un peso dallo stomaco. Ra coppa /di sopra. Ra coppa mano / a man rovescio.

Coppa / tazza, ciotola, coppa. 2° Coppa / uno dei quattro semi delle carte napoletane. Giocare a coppa. Conta cume a lu rui ri coppa / conta come il due di coppa.

Còppila / coppola, berretto. Fig. poco, piccolo. ‘na coppila ri’ terra / una coppola di terra; un piccolo appezzamento di terra.

Cora / coda. Spurpò la cora /togliere la polpa alla coda 2° Spurpò la cora / finire il lavoro terminale, il più difficile.  Cu la cora ri l’ucchio / con la coda dell’occhio. Cora ri vorpa /coda di volpe.

Cora / strascico di vestito. Cora ri lu prucisso / Strascico giudiziario.

Còrca / corica. A còrca / a dormire. Va ti curchi / vai a dormire.

Còrchia, / Limaccia, Fig. donna / uomo / corchia, curchio, avara, avaro sgradevole.

Corchiti / vai a letto, vai a dormire. Fig: Va ti curchi / ma fammi un piacere, lascia stare!

Corda /corda, fil di ferro, fune.

Core / cuore, centro / a lu core r’ virno /in pieno inverno. Core a core / d’amore e d’accordo.

Core / cuore. Core mio / amore mio. Cuore di mamma / amore di mamma.

Core, (lu core) / cuore, anima, bontà, coraggio. Tene ‘nu core hrusso /è pieno di bontà. Nun tene core / si vergogna, non gli dice l’anima. Tene ‘nu core cruro /è duro di cuore, insensibile, senza cuore.

Còrla; còrila / collera, dispiacere, sdegno.  Fig.: S’è pigliato’ corla / si è dispiaciuto, si è offeso.

Corme / cermite, colmo del tetto.  Lu corme ri lu titto / Cermite.

Cörme / culmo. Plur. Li cörmi’/ i culmi.

Corpa (termine un pò desueto) / colpa, a causa. Nun tene nisciuna còrpa / non ha nessuna colpa.Pi corpa toia ha perso l’affare / a causa tua ha perduto l’affare.

Corpusdomine / festa del Corpusdomine che si celebra nel mese di giugno.

Corre / correre, garreggiare, trekking. Vai a corre / fa le corse, fa trekking.

Corre /  cheperde acqua,  che cola, dissemina, defluisce, scorre. Lu sicchio corre / il secchio perde, è bucato.

Corsa / corsa, gara, scappata. Partecipà a la corsa / partecipare alla gara. E’ corsa a casa / è corsa, scappata a casa.

Corte / corte, corte di giustizia, collegio di giudici. Corte celeste / Corte divina.

Corte / corte, cortile, spazio comune, largo intorno alle case e all’interno di edifici. Per est. Cose che sono corte; non lunghe.

Còrva / corba, dal franc. Courbè / curva, la corbatura, la corva ri’ lu cappiddo / lacorba del cappello, la falda del cappello. La corva ri’ la varda / l’arco di legno del basto.

Còrva / grosso cesto di forma ovale intrecciato con vario materiale (vimini castagno, canna ecc.) per il trasporto di cose.

Corva o coriva / armatura del basto.  La parte arcata in legno del basto.

Corvè / guardia, sorveglianza. E’ ri corvè / è di guardia. Militare che epleta il servizio di sorveglianza.

Cosa; cose / indica sia oggetti che cose astratte.Una bella cosa / cosa gradevole; dono. Per                                che cosa? / per quale ragione? Sopra ogni cosa / al di sopra di tutto.

Cosaredda, cusaredda / ‘na cusaredda... una piccola cosa, risparmio, regalo, spuntino frugale.

Còscia / gamba; coscia. ’ngravaccà re cosse / accavallare le gambe. Tene ‘na bella coscia / ha delle belle gambe

Còscina / cesta realizzata con la canna tagliata a listelli imbastita con i salici.

Côse, Côse’, côse(re) / cucire, imbastire. Cusùto / cucito. Mi côse’ li calzùni’ / mi cuce i pantaloni. Cusèva / cuciva.

Cose / oggetti, cose, sia oggetti che in astratto. Belle cose / cose belle, leccornie.

Coso, lu coso / oggetto indeterminato. Coso lì /quel tizio lì. Piglia quiru coso là / prendi quell’oggetto. Fig.: quiru coso / quel coso, quell’individuo. Dim.:cusariddo / con questo termine si definisce sia una persona piccola, che una insignificante.

Còssa / coscia, gamba. Cossa ri’ pollo / coscia di pollo. Cossa ri’ cristiano’ / gamba di cristiano.

Costa / costone / pendio delle colline, delle montagne. Nghianà la costa / salire il pendio; salire l’erta, Mbitto’ a la costa / sul pendio. Sull’erta. Re coste ri Santo Stefano.

Costo/ costo, prezzo. A costo / a prezzo, a rischio. A costo ri fa brutta fihura / a costo di fare brutta figura; a rischio di fare una brutta figura.

Còta / quota parte di un terreno. Unacòta era l’equivalente di un terzo di un ettaro.

Còtica / (lat. Cutem)cotenna di maiale. Minestra e cotica. Detto:puzzi’ sci cum a la cotica ‘ncimma a li carivuni’ / che tu possa finire come la cotica sui carboni. Fig.E’ ‘na cotica, ‘nu cuticone / é un coticone, un avaro.  Che cotica / avaro, tirato.

Còtta / cotta, che si è cotta. Modo di dire:chi la conta cotta e chi la conta crura. Chi la racconta in un modo e chi in un altro. Si danno versioni contrastanti.

Còtta / infatuazione amorosa, sbandata d’amore.

Cotto, lu cotto / il cappotto. Il cotto / ceramica di terracotta.

Còzza / coccia, capa, accr. Cuzzòne / testone. Cuzzètto / nuca. Tene la cozza tosta / tiene la testa dura.

Cozze /cozze, mitili.

Còzzica / crosta delle ferite, delle piaghe.

Crabbijòle o crabbijuli / germogli,boccioli, germogli di viti nella fase di crescita. Fig. Botte; colpi sparati con la carabina. L’have rato certe’ crabbijole / gli ha dato certe botte. Have menato’ tre crabbijole pi’ l’aria / ha sparato tre colpi per aria.

Crabbijùli / Tralci delle viti.  So sckuccot’ tre crabbijuli / sono sbocciati tre tralci.  Per est. Colpi sparati.

Crafùcchilo / bugigattolo, tugurio, buco, tana.  ‘nu crafucchilo ri’ casa’ / un bugigattolo di casa.

Craj / domani. Crajammatina’ o crammatina’ / domanimattina; crajassera / domanisera.Crajannotte / domaninotte. Crajarotto / fra otto giorni.

Cràpa / capra; accr. Crapone / caprone;

Crapariddi / piccoli caprai.

Craparo / capraio.

Crapetto / capretto.

Crapìccio / capriccio.

Crapigno / caprino.

Crapino / caprino.

Crapòne / caprone. Fig.:  discinto, incolto. Donna coi capelli come una capra.

Crasta, grasta, hrasta / frammento di vasi o di piastrelle di terracotta.

Cravascia / scudiscio, nerbo di bue.

Cravatta / cravatta, marsina.

Cravattino / cravatta, bavero. Ti piglio pi lu cravattino / ti prendo per il bavero.

Crècchile / Creccòle / Percosse, batoste sia vere che virtuali. Es: creccòle al gioco.

Crenza,si crenza, crinzarsi. / credere, pensare, supporre pensando, credersi. Si crenza ca staje sulu iddo a quistu munno? / Si crede che c’è solo lui a questo mondo?

Crepa / crepa, lesione. Si crepa / si lesiona. Creparsi / lesionarsi, che si crepa.

Crepà / crepare, schiattare. Fig.:Si crepa / si muore. Si crepa ri callo / si muore dal caldo.Si crepa ‘ngurpo / si schiatta in corpo; si soffre dentro.

Crepacòre / crepacuore.

Crepato / crepato, lesionato. Lu muro s’è cripato / il muro s’è lesionato.

Crepazza / crepaccio, lesione dei muri, crepe alle mani.

Crepòne / per niente collaborativo, sfaticato.

Crere / credere. Si crere(crerese) / sogna, si illude, crede di essere.

Crerenza, crirenza / credenza, armadio da cucina.

Crerenza, crirenza / credito, credenza, a debito. Accattà a crirenza / comprare a debito.

Creruto, criruto / creduto.

Cresce / cresce, crescere, allevare. Cresce ‘na femminuccia / cresce una femminuccia.Cresce ‘na pekira /allevare una pecora. Part.pass. Crisciuto.

Crescente; criscente. / (lat crescentem) lievito.

Crescenza; criscenza / crescita, sviluppo.  2° Crescenza / fase della luna crescente.

Cresima / cresima, sacramento della cresima.

Creta / creta, argilla, terracotta. S’è rotto, manko fusse stato ri creta / si è rotto neanche fosse stato di terracotta.

Crià, Crijà / creare. Vol’ crià ‘na scala / vuole creare una scala

Crìa, crijarìllo / loc.  alleg.: (dal gr. chrèia / chicco, briciola, nulla?) / mannaggia crìa, mannaggia crijarillo. Quiru crìo, quiro crijarillo.

Criànza / buona educazione, gentilezza, rispetto. Chi ha naso tene criànza. Si ‘nu purco parlanno cu criànza / sei un maiale parlando con rispetto. (Altrimenti ti direi di peggio).

Criànza / pietanza improvvisata per riverire un’ospite. Fà ‘na crianza / offrire qualcosa da mangiare.

Criàta crijata / creata, generata.

Criàto, crijato / creato, generato. Nun sape manco chi l’ha crijato / non sa neanche chi l’ha creato, non sa nulla, è ignorante. Mannaggia chi t’have crijato / mannaggia chi ti ha creato.

Criatùra, crijatùra / creatura, bambina, bambino.

Criaturàma / gruppo di creature. Robba ri crijaturama / malefatte di ragazzi. Cose di ragazzi.

Criaturedda, criaturiddo / dim. di criatura. Fig.: immaturo.

Crìcca / combriccola. Clan affaristico; cricca di delinquenti.

Cricche (a) / accattà a cricche / comprare a debito. A cambiali

Cricche / combriccole, clan affaristici.

Cricco (lu) / il cricco, il martinetto per sollevare.

Crìcco / arzillo,teso, ritto, rizzato. Fig. cappello cricco / cappello teso; camminare cricco cricco / camminare ritto - ritto.

Cri-cri o kri-kri / voce onomatopeica: che imita il verso del grillo.

Crijà / creare. Hav’ crijato’ lu mönn’. / ha creato il mondo. Mi’ crijatti’ ‘na stanza / mi creai una stanza.

Crijà, Crià / creare. Vol’ crià ‘na stanza / vuole creare una stanza.

Crijamaglia / combriccola di ragazzi chiassosi.

Crijàma-o / ragazzo, fanciullo, immaturo. Songho’ crijame / sono ragazzi. Fig. E’ ‘nu crijamo/ è un’immaturo. Hano’ fatto’ ‘na crijamata / hanno fatto una ragazzata.

Crijànza / creanza. Bona crianza / buona creanza; mala crijanza /mala creanza.

Crijatòre / creatore. Mmannà a lu crijatòre / accoppare, ammazzare, uccidere.Fig.: distruggere.

Crijatore / creatore. Se n’è sciuto a lu crijatore / è morto. Cosa: è andata distrutta.

Crijatùra / creatura. Crijaturo / bambino. Fig. è ‘nu crijaturo/ è un bambino.

Crijaturo, lu criaturo / neonato. Ave avuto lu crijaturo / ha avuto l bambino.

Crijusità, curiusità / curiosità.  Pi’ crijusità / per curiosità.

Crijuso / curioso, strano.

Crìk, cròk e manico ri’ ‘ncino / Crik, crok e manico d’uncino. Erano i tre fratelli furbi di una fiaba.

Cripà o cr’pà / crepare, scoppiare. Cripà ‘ngurpo / scoppiare. Cripà ri’ freddo / crepare di freddo.

Cripamindo / cosa che ti fa crepare, dispetto, dispiacere.

Cripatongurpo / ribbelle, dispettoso, che si rifiuta di collaborare.

Cripatùra / L’atto del crepare; lesione, crepa.

Cripàzza / crepa, crepaccio.

Cripòne / che si nega, si rifiuta di collaborare, sfaticato.

Crirènza / Armadio per stoviglie. Dispensa.

Crirènza / credenza, credito.

Criscèndo / lievito del pane.

Criscènza / crescenza, crescita.

Criscenza / novilunio, luna crescente. Opposta a luna calante.

Crisci! / salute! Crisci sando! / cresci santo!Espressione beneaugurante.

Crisci, crisci hrusso / cresci, cresci bene, cresci grande. / loc.  Benaugurante.

Crisciulo / stringa, laccio di cuoio.

Crisciùlo / stringa, legaccio, lacciolo per le scarpe ricavato dalle pelli degli animali.Crisciole / lacci di cuoio per scarpe da lavoro. Fig.:Crisciòle / Scudisciate / Botte date con lo scudiscio. Sferzate.

Crisciùto / cresciuto, allevato.Cresce lu maiale / allevare il maiale.

Crisimato / cresimato, che ha ricevuto il sacramento della cresima. Fig.: Rompere, danneggiare, lesionare accidentalmente. Rotto, lesionato.Have crisimato lu piatto / ha rotto il piatto. Have crisimàato lu mobile / ha lesionato, danneggiato il mobile.

Crisommila / dal gr. Crusomelon / frutta dorata; arancia, albicocca. / Fig.: botti forti.  Hann’ sparat’ cert’ crisommile / Hanno sparati certi botti. Per est.   Bòtte. Pillola amara.

Crisommile / arance. Fig.: batoste, botte, scorregge. Botti pirotecnici.

Crispice / Bestemmia. Mannaggia crispice.

Crispillo / varietà pregiata di baccalà. Manco si fusse crispillo /nemmeno se fosse una cosa pregiata come il crispillo

Cristallìra / cristalliera, stipo a vetri.

Cristiàno / cristiano, essere umano, persona battezzata. Quiru poviro cristiano / quel povero cristo. E’ ‘nu cristiàno, nun è ‘nanimale /è un essere umano non è un animale.

Cristo / Gesù Cristo. Quiru Cristo quante ne ha fatte / quel cristo quante ne ha sopportate.

Criticande / chè è solito criticare, maldicente.

Criticone / chi critica.

Criùso, crijùso, curiùso / curioso, strano, ficcanaso.

Crivello / (lat. cribum) crivello.

Cròcchia / treccia che si adagia a ciambella sulla testa o sulla nuca. Crocchia r’aglio / treccia d’aglio. Fig.: Carocchia ‘ncapa / colpo datto in testa con i metacarpi delle dita.

Cròcchia / treccia, serta. Cròcchia di capelli / treccia a ciambella.  Cròcchia d’aglio / serta d’aglio.

Crocco / boccolo, ricciolo. La mamma ha fatto li crocchi a la crijatùra / la mamma ha fatto i boccoli alla bimba. Plur. Crocchi.

Cròcco/ spaccone guappo. E’ arrivato’ crocco’. Ironico. È arrivat il guappo. Derivato dal nome del famoso brigante Crocco.

Croce (a) / a croce, disegnato a croce. Ricamo punto e croce.

Crocia, Croce / croce, sofferenza, peso.  E’ ‘na croce /è una sofferenza.Purtò la crocia ‘nguddo / portare la croce addosso, sobbarcarsi il peso di un guaio, di un danno, di un malato.

Crocivia / crocevia, incrocio.

Cromatina / lucido per scarpe.

Cròna / corona; corona del rosario.

Cronica / cronaca di piazza, critica,  tendenziosi.  Face sembe la cronica / critica sempre, non gli và mai bene niente.

Cròsca, cosca. / cosca, combriccola, branco.

Croŝka / crosta, percossa, piaga. Fig: donna sgradevole.  Fig.  Croŝke / botte, buffettoni. Ha pigliato’ certe’ croŝke / ha preso certe botte. Per est. Scorreggia, peto fragoroso.

Croŝke / croste, piaghe, soprattutto degli animali, per decubito o per infezione. Fig.  Croŝke / percosse, buffettoni. Ha pigliato’ certe’ croŝke / ha preso certe botte.

Crucifigge / crocifiggere; mettere in croce, tormentare.

Crucifisso / crocefisso. Messo in croce.

Crucivia / crocevia, incroci.

Crugnalìgno, grugnaligno o hrugnaligno’ / si dice di persona forte, duro, temprato, resistente alle intemperie e agli affanni.

Crujuseia / curioseggia, che sta curiosando. Ficca il naso.

Crujusò / curiosare.

Crujuso o Crijùso / curioso; strano.  Crujusiddo / curioso curiosino.Crujusedda / curiosetta.

Crumatina / lucido per scarpe, cromatina.

Crurev’l / resistente alla cottura.  Fig.  (di persona):  crudele , spietato.

Crurigno / crudo, che non cuoce. Fig.: Crurigno (lat. classico: cruor / sangue) sanguigno, crudo,disumano, spietato.

Crùro / crudo, non cotto. Fig. Core’ cruro’ / disumano; A core’ cruro’ / con durezza, senza pietà. Timpo’ cruro’ / tempo rigido.

Cruŝki / bizze, capricci. Si usa nell’ espressione: quanta cruŝki / quanta irrequietezza,quante bizzarrie,capricci, lagne, foie. Tene’ li cruŝki / è irrequieto; smanioso, avere bizzarrie, fare cose non necessarie, tanto per farle, per capriccio, per mania di esibizione. Tene’ li cruŝki’ nun si’ fire’ ri’ stà. / è smanioso,è agitato, irrequieto, non riesce a star fermo. (Sottinteso per analogia a chi è afflitto da fastidiose emorroidi o piaghe rettali).

Cruŝki / emorroidi, prolassi rettali di animali, specialmente asinine. Piaghe rettali.

Cruŝkilo / fetta di pane abbrustolito sulla brace e unto con olio. Bruschetta.

Crustalatte / croste,eruzione cutaneache si forma sulla testa dei bambini per qualche allergia alimentare.

Cu’ / con. (lat. cum) Prep. semplice e articolata. Cu: con.  Cu la; Cu re; cu ri; cu lu / con la, con il, con le, con i, con gli.  Cu mme ‘nce l’hai e craj ti mmariti / Se fai la mira a me non ti sposi mai.

Cu’ / con. (lat. cum) Prov.: Cu’ l’acqua  e ru fuco campavo, cu ru pone murive. Con l’accqua e il fuoco visse, col pane morì. Fig.: l’uomo non vive di solo pane.

Cucc’-cucc’ / cucci cucci / richiamo per i conigli.

Cucchiarata / cucchiaiata; cazzuolata. ‘na cucchiatata ri calge /una cazzuolata di calce.Cucchiaràta / quantità di cibo contenuto in un cucchiaio. Colpo dato con un cucchiaio o con una cazzuola.

Cucchiarùlo (da cocchia / paio) / nato in coppia, gemello. Si dice di animali e di frutta.

Cucchijli / soldi, denari. Tene li cucchili / ha i soldi, è ricco.

Cùcchijlo / guscio. Fig.Tene lu cucchilo ‘ngulo. / ha il guscio attaccato al sedere, neonato, immaturo.  Nuci scucchiarole / che si sgusciano facilmente. Lu cucchijlo ri l’uvo / il guscio d’uovo.

Cucchiòra / cazzuola per muratori. Dim. Cucchiaredda.

Cucchiòra / grande schiumaruola bucata per scolare pelati, verdure o maccheroni.

Cucchiòro / cucchiaio in genere che può essere di forma e materiali diversi.

Cùcchiulo / baccello, guscio dei legumi, cucchiulo ri uvo/ guscio d’uovo.

Cucci- cucci / richiamo per i conigli.

Cucci, (cocci )/ cocci, frammenti di cose rotte,  cocci di vetro, di terracotta ecc.

Cuccia / cuccia del cane. Nascondiglio, tana.

Cuccia / femmina del coniglio.

Cuccijàta – o / conigliata. E’ stata cuccijata / Coniglia coperta dal maschio. Fig. Cuccijare = fare la posta a qualcuno come si fa al coniglio. Cuccijato / appostato; sorpreso.

Cùccio / coniglio.

Cuccio’; cuccio / zona a forma di vaso di coccio. Affossata. Rindo’ a ‘nu cuccio / in un avvallamento.

Cucciulòne / cucciolòne, tenero. Epiteto per cagnolini e bambini.

Cucciùto’ / cocciuto. Testardo.

Cùcco / uovo. Fig. Dono. Modo di dire: fà lu bravo’ ca ti’ raco’ lu cùcco.Dim. Cucchitillo / ovetto. Per est. Cucchitillo si dice a un bambino grazioso.

Cuccuuòscia / civetta, gufo. Cuccuveggia.

Cucende / scottante, molto caldo. Caffè cucende / caffè molto caldo.

Cucev’l, cucevile / di facile cottura.

Cucinà / cucinare, preparare da mangiare facendo la cucina.

Cucina / fare la cucina, cucinare. Mamma fà la cucina / mamma sta cucinando.

Cucina / stanza col camino che funge da cucina e da tinello.

Cucìna, cugina / sorima cucìna / mia cugina.

Cucinato / cucinato. Part. pass. di cucinare.

Cuciniro / cuoco, chi è solito cucinare.

Cucìno, cugino / fratimo cucìno / mio cugino.

Cuciumuriddo / cenetta preparata in privato che si consuma tra amici, per gustare qualcosa di diverso e per bere un buon bicchiere di vino. (In genere con salsicce, spezzatino di maiale, soffritto, peperoni sott’aceto, baccalà ecc.) (cena povera ma gustosa).

Cucozza, chicozza / zucca, cocozza. Mittattiddo ‘nda la cucozza / mettitelo nella zucca.

Cucù / inter.verso del cucùlo. Cucù, cucù….

Cuculante / che fa (fai) cucù. Cuculo e cuculante puzzi carè ra ‘ndo candi, puzzi carè ra ‘ncimma a ‘na fica note quand’anni aggia ristà zita? Coculo e coculante (che fai cucù) che tu possa cadere da dove canti, che tu possa cadera da un fico quant’anni ancora devo stare zita? (Senza sposarmi?).

Cucùlo / cuculo.

Cucuzziddo / zucchino. Fig. vezz.  Detto  di bambino: Testolino.

Cucuzzo, cucuzzolo /(lat. cucuziam) cocuzzolo. Vetta, cima del monte.

Cucuzzòro, cucuzzòro’ / cocuzzaro,chi produce o vende cocuzze. Anticamente esisteva una particolare zucca dal collo allungato che essiccata veniva chiamata cucuzzoroe servivaper la conservazione dei semi da trapiantare.

Cuddo / collo, bagaglio. ‘nu cuddo ri panni / un collo di biancheria.  Spedisci lu cuddo / spedisci il collo, il bagaglio. Sullivi lu cuddo / sollevi il collo, il bagaglio Cu lu sòcco ‘ncuddo / con il sacco sulle spalle. Borza’ncuddo / sulle spalle.

Cuddo, cuddo’ / collo.

Cuddòro, cuddoro’ / collare per animali.

Cuddòto / fascina, carico di legna trasportabile sul collo.  ‘Nu cuddoto ri lèvine / quantità di legna che si riusciva a trasportare sulle spalle o in testa dalle donne.

Cuddòzzo / grande collo; collo taurino.

Cuddozzo, cuddòzz’o / collare per animali da tiro (asini e cavalli) usato per il traino dell’aratro del carro, ecc.

Cufècchie / fa’re cufecchie / fare intrallazzi, intrighi, fare le cose di nascosto.  Chiacchiere, pettegolezzi.

Cuffianà; cuffiare / prendere in giro, gabbare, celiare, deridere.

Cuffianatùra / presa in giro. Cuffianà / prendere in giro. Più raro: Cuffiunatura e Cuffiunà.

Cuffiare / gabbare.

Cùffilo / brattea, che ricopre la pannocchia di mais.

Cuffiò / prendere in giro, celiare. Approfittare della buona fede per ingannare.

Cuffiunò / prendere in giro, gabbare, celiare, sfottere.

Cùfino / cofano, cesto di salice, di canne, o di paglia grossa. Fig. ‘nu cufino’ ri’ robbe / un cofano di roba, ‘nu cufi’no ri funghi’/ una cesta di funghi; tanti funghi.

Cuglione, coglione / coglione. (Lat.calleus / testicolo). Accr. Di coglia. Fig.: stupido. Che cugliòne ri cristijano / che stupido di uomo.

Cugliòta / smargiassata; colpo dato con la coglia.

Cùglito / colto; colpito.

Cugliunò / canzonare, deridere sguaiatamente.

Cugliùta / colta, che è stata colta, colpita. Fig.: Papera cogliuta. / donna ciarliera.

Cùgno / cuneo, zeppa di ferro o di legno.

Cugnùlo / cuneo, zeppa per arnesi da lavoro.

Cugnulusciò / mettere il cuneo, la zeppa agli arnesi da lavoro. Fig. Mi cugnuluscejo / mi acconcio, mi aggiusto.

Cugnuto / maturato. Cugnut’ ‘ngurp / maturato nello stomaco.  Fig. Rabbia repressa nello stomaco.

Cugnutto / (vedi anche cunnutto) condotto, canale, scolina, solco per drenare l’acqua.

Cugnuttò o ‘ncugnuttò / incanalare; ingurgitare, impregnare.

Cuitùdine / quietudine, tranquillità, pace, serenità.

Cujetanze, quietanze / atti notarili tra eredi.

Cujèto / quieto, tranquillo. Modo di dire: statt’ cujeto / stai zitto!

Culacchiata / colpo dato col culo. (Ballo del batticulo)

Culacchione / persona dalle chiappe grosse. Culo grosso. Fig.: fortunato.

Culapirto / che ha fortuna.  Rorme a culo apirto / dormire a culo per aria.  Corre a culo apirto / recarsi spedito in un posto sapendo di abbuscarsi qualcosa.  Recarsi spedito in campagna per prendere di petto i lavori con l’aiuto di qualcuno.

Culardella / pezzo di carne che si prende da una parte del prosciutto del maiale.

Cularino / sfintere. Sfintere del maiale.

Culàta, colòta / colata. Colato, scolata.

Culatùro / colatoio, scolatoio. Culaturo’ pi’ la salsa / Colastratto.

Culèra /colera, fetore, puzza insopportabile, nauseabbonda. Puzza cume a ‘nu culera / puzza come il colera.

Culino / colino, scolino.

Culleggio / colleggio, convitto. Eufemisticamente: Carcere. Sta ‘nculluggio / sta in carcere.

Culletto /colletto, bavero.

Cullòna / collana.

Culmatura / aggiunta di riempimento. Pi’ culmatura è arrivata ‘n’ota disgrazia. / non bastava la prima è arrivata un’altra disgrazia.

Culmi o cuppi / coppi di terracotta, che si mettono per la chiusura del cermite e degli spioventi delle case.

Culmò / colmare; riempire sino all’orlo.

Culmo o curmo / colmo; stelo delle graminace. 

Culò / colare, scolare. Culò ri’ pimmarole’ pi’ la salza. / colare i pomodori per la salsa. Culò ru lòtte / colare il latte.

Cùlo / sedere, fondo, fondello. Fig.  Fortuna. Avè culo / avere fortuna.

Culòmba / colomba.

Culònna / colonna. Modo di dire:( di una persona)è ‘na culonna /è una colona, è alta, ben piazzata.

Culòrda / cularda, culardello del maiale.

Culòre / colore; colorito; incarnato / Cangià culore / arrossire; impallidire. Truvò la pezza a culòre / trovare la scusa giusta; l’espediente giusto.

Culòstra / colostro, primo latte denso e giallo delle mucche e delle perpuere ricco di anticorpi.

Culòta / colata. Fà la culota: mettere a mollo la biancheria con liscivia di acqua e cenere bollite.

Cultura / cultura, sapere.

Culunnello; lu culunnello / colonnello.

Culunnetta / comodino.

Culuri / colori, pastelli. Fig: Fa li culuri / arrossire, vergognarsi. Aggia fa li culuri p’arrivà a la fine ri lu mese / fare miracoli,fare sacrifici, chiedere prestiti per arrivare alla fine del mese.

Culurito / colorito. Tene ‘nu culurito pallido /ha un colorito pallido.

Culurò / colorare. Culurò lu disegno /colorare il disegno.

Culuròto / colorato, tinto, biancheggiato, tinteggiato.

Culurozza o curulozza / La parte bassa della colonna vertebrale, spina dorsale, coccige.

Culurutto / culorotto, fortunato.

Cùm è assùto / come si atteggia. È assuto ri’ quort. Si atteggia, fa il sofisticato; fa lo spacconcello.

Cumacchè / come che; oltremodo. Chiove cumacchè / piove oltremodo; intensamente.

Cumandà / comandare, dirigere, esercitare un potere, dare ordini.

Cumandamendo / comantamento. L’undicesimo cumandamento, rice fatti li cazzi tuj. L’undicesimo comandamento dice di farti i cazzi tuoi.

Cumandisso-a / persona col vezzo di comandare. Che sa imporsi sugli altri.

Cumando / comando.

Cumbagnia / compagnia, gruppo di soldati. E cumbagnia bbella / e cosi via, eccetera, eccetera.

Cumbanaggio / companatico. Pane e cumbanaggio / pane e companatico.

Cumbarenza, cumparenza / che comparisce; che fa bella figura.

Cumbariddo, cumpariddo / figlioccio, tenuto al battesimo a alla cresima.

Cumbarisce, cumparisce / comparire, fare bella figura.

Cumbarizzia, comparizia / comparizia, l’essere compari.Rapporto di comparizia.

Cumbessà / cunfissà / confessare.

Cumbinà / combinare, congegnare, concludere, portare in porto. Cumbinà ‘n’affare / concludere un’affare; portare in porto un’affare. Part. pass.Cumbinato / combinato, concluso, congegnato.

Cumbinazione / combinazione, coincidenza, per caso.

Cumbitenze / competenze, compiti. Nun songo cumbitenze mie / non sono mie competenze.

Cumblimendà / regalare, dare un presente.Complimentare, omaggiare.

Cumblimendarsi / complimentarsi. Manifestare il proprio compiacimento.

Cumblimendo / regalo, presente. Complimento, gentilezza, omaggio.

Cumblimindi / confetti e dolcetti che si regalavano in occasione del matrimonio.

Cumboro, cumporo /compare, padrino. Testimone di fede o padrino di battezzo. Chi mi battezza m’è cumboro / chi mi battezza mi è compare. Facimme cume a li rui cumpòri / si accompagnarono a vicenda e nessuno rincasò a casa.

Cumbosta / peperoni sottaceto.

Cumbòtte / combattere, lotare, sostenere con forza.

Cumbrendonio, cumprendonio / comprendonio, capacità di discernimento.

Cumbrenze, cunfrenze / confidenza, licenzia. Quanta cumbrenze ca si piglia /quanta confidenza, quanta licenza che si piglia. La troppa cumbrenza arrivenda mala crianza. L’eccessiva familiarità diventa fastidio, maleducazione.

Cumbrumette o cumprumette / compromettersi, litigare.

Cume / come, appena.  Cume arriva ‘nge ru ddico /come arriva ce lo dico. Cume parte lu treno /appena parte il treno.

Cumecchessia / come sia, in qualsiasi modo.

Cumesia / come sia, comunque sia.

Cumesichiama / comesichiama, quel tizio li, quella cosa lì! Si usa quando non si ricorda il nome della persona o della cosa che vogliamo mensionare.

Cumeta / cometa. Fig. aquilone.

Cumizzio/ comizio, discorso politico.

Cumm’è vero ddio / come è vero iddio.

Cummà / commara.  Contraz. di cummòra.

Cummannà / comandare, dirigere, esercitare un potere, dare ordini. Cummannà a fà ‘nu sirvizio / comandare, inviare a fare una commissione. Cummannà a bacchetta / comandare con la frusta. Modo di dire: Uzzo cummonna a Cane e Cane cummonna a Uzzo / tutti danno ordini e nessuno esegue. Tu per me e io per te e nessuno fa niente.

Cummaredda / comarella, figlioccia. Ragazza battezzata o cresimata.

Cumme a cchè / come non mai. Jastumova cumme a cche / bestemmiava come non mai, ome un’ossesso.

Cummedia / chiasso, schiamazzo, confusione.

Cummèdia / commedia.

Cummediante / commediante, attore comico. Fig.: persona che fa solo chiacchiere, commedie.

Cummendo / convento. Monico ri cummendo di femmine ne vole cento / monaco di convento di fmmine ne vuole cento.

Cummənecà / comunicare, mettersi in comunicazione, trasmettere.

Cummidità / comodità, agi. Quanda cummidità ca vai truvuonne / quanda agi che va trovando.

Cummiglià / coprire, nascondere, mettere a tacere. Caca e cummoglia cume a la hatta / caca e copre come la gatta.Nascondere le male fatte.

Cumminenza, cumminienza / convenienza.

Cumminzà, accumminzà / cominciare, dare inizio. Cumminzà a fatihà / cominciare a lavorare.

Cummòra / comare, madrina di battezzo, di cresima o testimone di fede.  Volg. Amica, amante.E’ passata la cummora! /è passata quella lì, è passata la tizia, quella poco di buono.

Cummòtte / combattere, lottare, sostenere con forta le proprie ragioni.

Cummuglio /copertura.  Cummigliato / coperto.

Cummulzijòne / Convulsione, tosse convulsiva.

Cummulzìva / convulsiva.

Cummunicà / comunicare. L’aggia cummunicà ca nun ci vaco / gli devo comunicare che non ci vado.

Cummunione / comunione. Sadda fà la cummunione / si deve fare la comunione.

Cumò / mobile a cassetti della stanza da letto per conservare la biancheria.

Cumpà, compà / compare.

Cumpagnia / compagnia, compagna, amica, combriccola, brigata.

Cumpanaggio / companatico.

Cumparenza / il comparire, il fare bella figura.

Cumpariddo / figliocciotenuto al battesimo, o alla cresima.

Cumparisce / comparire, fare bella figura.

Cumparuto / comparso, che si è distinto, che ha fatto bella figura.

Cumpassà / compassare, misurare un campo.

Cumpassatore / agrimensore, geometra.

Cumpassione / compassione, avere compassione.

Cumpatì / compatire.

Cumpatisce / compatire, avere compassione.

Cumpensato / legno compensato. Fig. (compenso) ripagato, donato, elargito.

Cumpete / competere, toccare, concorrere, garreggiare.Compete a mme la prima mossa / la prima mossa è di mia competenza, tocca a me.

Cumpinzà / compensare, ripagare, donare, elargire un dono.

Cumpleto / abito completo di giacca, gilè e pantaloni.Dim. completino / completo per bambino.

Cumpleto / completo, tutto occupato. Completo, non manca nulla.

Cumplì; Complì; / completare,mettere a posto, sistemare. Cumplì l’opera / completare l’opera.

Cumplimendare; complimendare / complimentare, regalare, fare regalie per una buona azione.

Cumplimendo / complimento,omaggio,regalo, dono, regalia, presente felicitazioni, congratulazioni. Lagg’ fatt’ ‘nu cumplimendo / gli ho fatto un regalo. Regalo fatto in denaro. In segno di riconoscenza o compiacimento si regala qualcosa

Cumpò / compà; compare. (Forma contratta di cumpòre) dim. Compariello.

Cumpògna / compagna, moglie, convivente.

Cumpogno o cumbogno / compagno, amico, marito.

Cumpòre, cumpòro, comparo / compare. Compare di fede, di battezzo, di cresima.

Cumprensorio / comprensorio.

Cumprumesso / atto, compromesso.Esposto, danneggiato, compromesso.

Cumprumette / compromettersi. Part.pass. cumprumesso / compromesso.

Cumpurtamendo / comportamento, atteggiamento.

Cumpurtò / comportarsi. T’haja cumpurtò bbuno / ti devi comportare bene.

Cumune / comune. Municipio.

Cumunicà / comunicare, impartire la comunione.

Cumuniòne / comunione.

Cumunista / comunista, seguace del partito comunista, di ideologia comunista.

Cuncertìno o cuncirtino / concertino. Fig.  Comunella tendenziosa, chiasso esagerato, russare forte.

Cuncimà / concimare, dare il concime, spargere il letame concio. (stiro cungio).

Cuncima / concime,

Cuncirto / completo di piatti, forchette cucchiai e coltelli.

Cuncirto, cungirto / concerto, complesso musicale. Per est. Il concertare, l’architettare, il complottare.

Cuncupìna / concubina, donna di facili costumi, convivente.

Cundadino, cuntadino / contadino, cafone.

Cundannà / condannare.Cundannàto /condannato, giudicato colpevole. Condannato a morte.

Cundanna, cundònna / condanna.

Cundariddo, cuntariddo / fatterello, favoletta. Have ritto ‘nu cuntariddo e se n’è sciuta / ha detto un fatterello e se n’è andata. Facimme ssu cuntariddo / calcoliamo il debito che lo saldo.

Cundendà /contentare, accontentare.

Cundendo / contento, felice.

Cundì / condire, insaporire. Cundito / condito, insaporito

Cùndi / racconti, racconti di favole, racconti di fatterelli, di cose accadute. Rice(re) li cundi / dire i fatterelli.

Cundicenne / condicendo, sostenendo, affermando.

Cundignosa / contignosa, riservata.

Cundignuso / contegnoso, riservato, schivo, altezzoso, sdegnoso.

Cundindezze / contentezze, gioie, allegria felicità.

Cundizione / condizione. E’ mai condizione? / è mai possibile?

Cùndo / il conto. Lu cundo ri’ lu tavirnaro. / Il conto del tavernaro. (Salato).

Cùndo / racconto, detto, il raccontare, il fatto, la storia, l’accaduto. Li cundi’ ri’ zia Punta statte’ attinto ca mo’ te’ lu condo / il racconto di zia Punta, presta attenzione che te lo racconto. S’hadda rà chiù cundo a lu munno ca a dije.

Cundò /contare, calcolare, enumerare, dire, raccontare. Cundò li soldi / contare la moneta.Cundò li jurni’ ca passano (passa’no’) / contare i giorni che passano.

Cundoj / raccontò. Cundotti’/ contai.

Cundòne /condone, perdono.

Cundònna / condanna, destino. Have vuto ‘na brutta cundonna /ha avuto un brutto destino.

Cundrotto / contratto, accordo, patto.  Prov. Fa li patti cu li cumpogni e li cundrotti cu li parindi / fai i patticon i compagni e i contratti coi parenti.

Cundunò / condonare, abbonare. Cundunòto / condonato.

Cunetta / cunetta, zanetta, canale di scolo delle acque piovane delle strade rotabili.

Cunfetto / confetto.

Cunfinà /confinare.

Cunfina /confine.Che confina.

Cunfinante / confinante.

Cunfirà / confidare. 

Cunfirarsi /confidarsi. Si cunfira sulo cu la mamma / si confida solo con la mamma.

Cunfirenza o cunfrenza / confidenza, domestichezza. La troppa cunfirenza arrivenda malacrianza / la troppa confidenza (dimistichezza) diventa malacrianza. (Scostumatezza).

Cunfissà /confessare, ammettere, riconoscere il torto.

Cunfissòre / confessore. Martire e cunfissore / turlupinato.

Cunfissorio / confessionale. Rrobbe ri mangiatorio nun si purteno in cunfissorio / i peccati di gola e i furti di primizie non si confessano.

Cunfitti / confetti. Roppo ri li cunfitti si vireno li rifitti /i difetti si vedono dopo il matrimonio.

Cunfònne / confondere. Cunfonne lu jurno cu la notte / Confondere il giorno con la notte; dormire sempre.

Cunforme / conforme, a mano a mano, non appena che. Cunforme ara simminamme / come ara seminiamo. Cunforme arrivano te ru fazzo sapè / non appena arrivano te lo faccio sapere.

Cunforto / conforto. Ha bisugno ri cunforto picchè l’ha lassato lu zito / ha bisogno di conforto perchè l’ha lasciata il fidanzato.

Cunfrenza / confidenza, familiarità, amicizia.  Modo di dire: Quanda cunfrenze si piglia  / quante confidenze si concede.

Cunfronde’ a / rispetto a... ;   paragonato a ... / rispetto, in confronto a....

Cunfrondo, confronto / confronto, paragonato.

Cunfrundò, cunfruntò / confrontare.

Cunfurtò / confortare. Cunfurtòto / confortato.

Cunfuso / confuso, incapace di connettere.

Cung’- cung’ /adagio-adagio

Cungere / concedere.

Cungèro /concedo, licenza militare.

Cunghiuto / maturato, giunto a maturazione.

Cungilàto / congelato, morto di freddo, assiderato.

Cungima / concime.

Cungiò / conciare. Conciare il cuoiame.

Cungio / concio. Stirə cungio / letame concio.

Cùngio-cùngio- posato-posato: lentamente –lentamente, adagio-adagio. Camminare posato- posato.

Cungirà / concedare.

Cungiràto / congedato.

Cungirtà / concertare, mettere a posto.

Cungirtino/ concertino, orchestrina, complessino.

Cungirto; cuncirto / concerto. Fig.:  Cungirto di ... / Servizio di posate, di piatti, di pentole.

Cungiùra /congiura. Cungiurò / congiurare.

Cungluso, congluso /concluso, finito, terminato. Ha cungluso l’opera /ha concluso l’opera.

Cungrea / congrea, confraternita. 2°Congreha / (lat. cum gregge) combriccola, cricca, setta, clan.

Cuniglio, cuccio / coniglio.

Cùnila o cùnnila / culla.

Cunninde, cu nninde / con niente. Cunninde vene a chiove! / ci vuol poco per piovere.  Cu nninde succere /da un momento all’altro succede.

Cunnuce, chinnuce / inghiottire. Cunnuce a vvacande / inghiotte a vuoto.

Cunnuliò / cullare. Cunnuliàto / cullato.

Cunnulò / cullare, dondolare.

Cunnulusciò / dondolare la culla.

Cunnùtto / condotto, conduttura, solco, canale. Accr.Cunnuttòne / grosso condotto, canalone.

Cunnutto / condotto, solco negli orti per convogliare l’acqua.

Cunsenziende / consenziente, accondiscendente.

Cunsiglià / consigliare, suggerire. Cunsigliàto / consigliato, suggerito.

Cunsiglio / consiglio, assemblea.

Cunsiglio, cunziglio / consiglio, suggerimento. Gente senza figli né pi fuko e né pi cunziglio / gente senza figli nè per fuoco e né per consigli.

Cunsignà / consegnare, affidare. Cunsignato / consegnato, affidato. Militare: punito.

Cunsùmo, Cunzùmo / / consumo. Per est. Supermercato.

Cunsumò, cunzumò / consumare, logorare. Cunsumòto / consumato, logorato.

Cuntà, contà / contare, valere. Cuntà li soldi / contare la moneta. Nun cunti ninde / con vali niente. Li cunti ri casa / i conti di casa.

Cuntà, cundà / raccontare. (Rice li cundi) Nun cundà fissarie / non raccontare frottole.

Cuntattà contattare, accostare, avvicinare. Cuntattato/ contattato, avvicinato. Cuntatto / contatto.

Cuntegno, cundegno /contegno.

Cuntenè / contenere.Cuntenuto / contenuto, trattenuto, riservato.

Cuntène / contiene.

Cuntignòsa, cundignòsa / che ha contegno; altezzosa.

Cunto / racconto, favola. Li cunti ri zia Punta statti attinto ca mo ti li conto/ i racconti di zia Punta, stai attento che ora te li racconto.

Cunto, cundo (lu) / conto, calcolo resoconto. Roppo facimmo li cundi /dopo facciamo i conti. A cundo mio / a conto mio.

Cuntrarià / contrariare, avversare, ostacolare, contraddire. Cuntrariàto / contrariato.

Cuntraria-o, contrario / contrario. E’ cuntraria alla salute / è contraria alla salute.

Cuntrastà / contrastare, ostacolare. Cuntrastato / contrastato, ostacolato.

Cuntrasto, contrasto /contrasto, divergenza.

Cuntrè, contrè / interiez. Al contrario. Comando che si da durante il ballo della quadriglia.

Cuntrora, controra / contròra. Arrivà la contròra / arrivare in ritardo.

Cuntrullòre / controllore.

Cunturno / contorno. Contorno di vivande. Tutto il contorno del discorso.

Cunulò, cunnulò / cullare.

Cunumia / economia, risparmio. Ha fatto cunumia all’estero / ha risparmiato ll’estero.

Cunvenì / convenire.Cunvìne /conviene. Cunvinùto / convenuto.

Cunvento /convento.

Cunvenuto, cunvinùto / convenuto. 2° Convenuto /chiamato in giudizio.

Cunvinge, convince / convincere, persuadere.

Cunvinto, cunvindo /convinto, persuaso.

Cunzendo / consenso, assenso al matrimonio.

Cunzèrva / conserva;conserva di pomodori, piu o meno densa o essiccata al sole.

Cunziglio / consiglio, assemblea. 2) Cunziglio / consiglio, suggerimento. Li cunzigli hratuiti nun zò mai bbuni / i consigli gratuiti non sono mai apprezzati.

Cunzima / condimento, strutto.

Cunzirvà / conservare.  Cunzirvà la salute.

Cunzò / conciare, speziare. Fare la concia, aggiungere spezie al cucinato, mettere in salamoia. Fig.: picchiare riempire di botte. Part. Pass. Cunzòto’ / conciato, speziato, salato, percosso.

Cunzo / conciato, maturato, fermentato. Stiro’ cunzo / letame maturo, fermentato.

Cunzò / condire.  Cunzò la minestra / condire la minestra. Fig. ridurre in cattivo stato; cunzò ri’ mazzate / picchiare. Cunzò re pedde / conciare le pelli.

Cunzòrzio / consorzio. Cunzorzio agrario.

Cunzòto / conciato, condito. Fig.: percosso, battuto.

Cunzulò / consolare. Cunzulò la zita / consolare la sposa.Cunzulò chi soffre. / consolare chi soffre.Fig.Cunzulò ri’ botte’ / consolare di botte. Mi songh cunzuloto / mi sono consolato.

Cùnzulo, cùnz’l’ / consòlo. Consolazione: Pasto portato da amici e parenti a chi era in lutto per la perdita di un famigliare.Purtò lu cùnzulo: portare il pasto per confortare le persone in lutto.  Questa usanza molto radicata nella civiltà contadina, lentamente va scomparendo. “Haggia purtò lu cùnzulo a lu cumpore’ ca staj a lutto” / devo portare il consòlo(pasto) al compare che stà a lutto.

Cunzùmo, cunsùmo / consumo. Per est. Supermercato.

Cunzumò, cunsumò, / consumare, logorare. Cunsumòto / consumato, logorato.

Cunzuprino, consubrino /cugino. Cugino da parte di sorelle.

Cupa / strada di campagna stretta fra due siepi intensamente ombreggiata. Era famosa la “Cupa r’ Santu Poulo” (cupa di san Paolo).  Si dice anche cupa ri santu Povl’.

Cupella; copella / contenitore per alimentare il maiale. 2) Cupella / soprannome.

Cupèrta / coperta.

Cupèta / (dal gr. Cupidos / cosa che piace) torrone, stecca di torrone.

Cupià / copiare.

Cupìrchio / coperchio. Fig.Stai pi’ cupirchio / Sta per coperchio, fa da paravento. Per est. Copre le corna.

Cupirtedda / coperta leggera. Panno per coprire.

Cupirtino / copriletto.

Cupirtòne / pneumatico, telone.

Cupirtùra /copertura.

Cupiùso / abbondante.

Cupo / cupo, profondo, pieno. Unpiatto cupo-cupo / un piatto accupolato, pieno-pieno.

Cuppi / coppi di terracotta.

Cuppini / ceffoni. L’havə rato certi cuppini! / gli ha mollato certi schiaffi!

Cuppino / mestolo. Fig.: schiaffo.

Cùppo / coppo, mestolo.

Cuppo / foglio di carta avvolto a cono per contenere cibarie.

Cuppulecchia / berrettino.

Cuppulino / copricapo, basco.

Cuprì / coprire, nascondere, accoppiare. Fig. Coprì le bestie / accoppiare le bestie.

Cura / cura. Fà la cura ri firrofilato / dimagrire eccessivamente. Non mangiare, stare a digiuno.

Curà / curare, guarire badare, avere cura. Curò r’aulive / curare le olive con la potassa. Modo di dire:nu lu curò / non curarlo, non dargli retta, ignoralo.

Curàtolo, curòtolo / lavoratore annuale che badava all’azienda agricola. Persona fidata che si prendeva cura delle terre del signorotto.

Cùrchio / avaro sgradevole.

Curcò / coricare. Curcoto’/ coricato, a letto; mi corco / mi corico; mi curcai / mi coricai, mi’ curcotti’/ mi coricai.

Curdella /cordella.

Curdicelle / cordicelle.

Curdòne / cordone.

Curera / querela. L’have fatto ‘na curera /gli ha fatto una querela.

Cùrio, kùrio / cuoio, pelle.  Per est. La vita. Perde carne’ e kurijo / perdere tutto. Tirà lu curio ‘nnanz’ / tirare a campare alla meno peggio. Plur.  Re coria. (Re coria siccare)

Curiuso / curioso; strano. Dim.Curiusiddo /curiosino.

Curlùso / collerico, stizzoso, che si inquieta, che si prende collera.

Cùrmi o cörmi / colmi; stoppie.

Cùrmo / colmo. Misura a curmo / riempita a cono. Plur. Curmi / colmi.  Per est.Lu curmo ri la casa / cermite della casa.

Curnale / corniolo. Prov.  La mazza ri curnale ti rompe r’ossa senza fà male. La mazza di corniolo ti rompe le ossa senza farti male.

Curnàle. / grondaia. Plur.Li curnali o li curnòli / l’insieme dei coppi del filare di gronda.

Curnicìddo / Corno contro il malocchio; peperoncino amaro e appuntito.

Curno / corno. Faccia ri curno / faccia di corno.

Curnolo/ corniolo, grondaia.

Curnòra / che si impiccia delle corna altrui. Con questo termine si definisce una donna che si ferma con chiunque incontra per impicciarsi dei fatti altrui.

Curnòte / cornate, incornate.

Curnuciddi / peperoni piccanti.

Curò / curare, guarire.  2°curò / badare. Curò / curare le olive.

Curoggio/ coraggio. Curaggiuso /coraggioso.

Curòto / curato, assistito.

Curòtolo, curàtolo / lavoratore annuale che badava alla azienda agricola. Persona fidata che si prendeva cura dei beni del signorotto.

Cùrpo / corpo.  Sci ri’ curpo’ / andare di corpo: defecare.Fig. esborsare. Curpo’ ri’ bontimpo’ / beone.

Curre / corri, scappa, fuggi. Per est. Accorri.

Curregge / correggere, educare, domare. Nun pote curregge lu criaturo / non riesce a tenere a bada il bambino. Curregge lu cundo / correggere il conto, eliminare l’errore.

Currèro / corredo. Capi di biancheria e vestiario che si davano in dote alla sposa.

Currèscia / correggia / cinta di cuoio.Tirà la currescia / passarsela male.

Currisciàta / colpo di cinta.

Currìvo / amarezza, dispiacere, pentimento, essere dispiaciuto per qualcosa. Sentirsi di fottere.

Curtiddata / coltellata. Accurtiddà / accoltellare.

Curtiddo / coltello. Curtidduzzo / temperino. Curtedda /coltello a lama lunga. Curtiddòne / coltellaccio.

Curtìglia / letame dei cortili e degli stazzi.

Curtile / cortile.

Curto / corto. A curto / a breve.

Curulozza / La parte bassa della colonna vertebrale, spina dorsale, coccige.

Curvo / curvato.

Curvo o corvo / corvo. Femm. Corva.

Cusaredda’ / cosina; una cosina. ‘na cusaredda’ ra mangià / una cosina da mangiare.

Cusarìddo’ / cosino. Per est. Oggetto piccolo, piccolo uomo; piccolo bambino. Persona insignificante.

Cuscijàre / circuire, accattivare; fra le cosce; petting.

Cuscino / cuscino.

Cuscinzia / coscienza. Ri cuscinzia / di coscenza.

Cuscinziuso / coscenzioso.

Cùscito, cu-sci-to.  (Lu cùscito) /   Accudimento, assistimento.

Cusciutò / accudire, assistere il malato.

Cusciutòto’ / accudito, assistito.

Cusitòre o cusutòre’ / sarto, cucitore.

Cusitric’ / sarta, cucitrice. Macchina per cucire.

Cusitura /cucitura.

Cùsti / abitudine, assuefazione. Haggio’ fatto’ li custi’ / ho fatto l’abitudine, sono assuefatto.

Custiòne / quistione, litigio. Pi nun fà custiòne mi so stato citto / per non litigare mi sono azzittito.

Custò / costare. Quondo mi custi / quanto mi costi.

Custode / custode, guardiano.

Custòta / costata.Costola.

Custòto / costato. Di costo.

Custurisce / costudire, conservare.

Cusuto / cucito, rammendato, rattoppato.

Cutà, cutà, cutelle / (voce osca) Espressione per chiamare le galline. Cutà- cutà.Cutà, cutelle galline mie venite a mangiare.

Cutichino / cotechino.

Cùticòne, cotecòne / coticone; avaro, tirato,rozzo.

Cutrìllo’ / piccola trapunta in cui si avvolgevano i neonati. Per est. Coltre, copertino, leggera coperta imbottita.

Cutto / cotto. Lessato.

Cuttòne, chittone / cotone. Fig.: botte.  Hav avuto ru cuttone’/ ha preso le botte, è stato punito, castigato. Ha avuto la peggio.

Cuttura / cottura.

Cuttutto, cu tutto / con tutto. Cu tutto l’apparato. Con tutto l’apparto. Cu tutto l’amore / con tutto l’affetto.

Cutugno / mela cotogna.

Cutuliò / dondolare, barcollare, dondolarsi nel camminare. Vaie cutulònne / barcolla per ubriachezza.

Cutuliòta / cullata, scrollata, dondolata. Cutuliato / scrollato, dondolato.

Cutulò / cullare, scuotere, agitare, dondolare. Per est. Fare l’onda per ubriachezza.

Cutulujò / scuotere, cullare, agitare. Scutulujò / scuotere, scrollare.

Cututto-ca... cu-tutto-ca / malgrado che... nonostante che... Cu-tutto-ca ne r’avevo ritto / malgrado ce lo avessi detto...

Cuvata / covata, nidiata.

Cuvò / covare. Cuvòto / covato.

Cuzzètto / nuca; cozzetto.

Cuzzmilòne / rapata di capelli. Capelli rapati a zero. Testa rapata.

Cuzzo; Cuzzetto / parte terminale del fellone di pane con la quale si facevano i panini.

Cùzzo’ / cozzo. Lu cuzzo’ ri’ la zappa / Il cozzo della zappa. (La parte opposta al taglio che serve per percuotere.

Cuzzòne / mallo, noce immatura col guscio verde. Fig. testone.

Cuzzòne / testone. Da cozza / coccia; testa, capa.

Cuzzùto / cocciuto.  Per est.  Arneseche ha il cozzo.

__________________________________________

Pagina Precedente Indice Home