''Nugae et alia.'' di Antonio Cornacchia
Nugae et alia.
____________________________________

Con
indifferenza
l'estate cede
il passo
all'autunno,
grigio
Ŕ il cielo
triste presagio
della morte
dell'amico Severino.

 


Con affetto
Tonino
____________________________________

 


"Sunt lacrimae rerum et mentem mortalia tangunt"
(si rimpiangono le sventure e gli eventi umani commuovono l'animo)

Virgilio
____________________________________

Come
gabbiani
che innapagati
mai
si ancorano
a
stabile dimora
l'anima mia
mai paga
del presente
verso nuovi
orizzonti
si proietta.
____________________________________


(a m˛ di commento: "Ciascuno di noi Ŕ in veritÓ un'immagine del grande gabbiano, un'infinita idea di libertÓ senza limiti. Non dare retta ai tuoi occhi e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ci˛ che Ŕ limitato. Guarda col tuo intelletto, e scopri quello che conosci giÓ; allora imparerai come si vola. Dedicato a tutti quelli che amano volare e far volare.")

Anonimo.
____________________________________


Moderna,attualissima versione del "cogito, ergo sum":
- twitto, dunque esisto;
- faccio un selfie, dunque esisto.

____________________________________


"Nell'algebra dell'amore un figlio Ŕ il segno della magica somma di due esseri".

Kundera
____________________________________

Antonio Cornacchia    

__________________________________________

Pagina Precedente Indice Pagina Successiva
Home