''Nugae et alia. N░3'' di Antonio Cornacchia
Nugae et alia.
N░3
____________________________________

"Non il vivere Ŕ da tenere nel pi¨ alto conto, ma il vivere bene"
Socrate

"Si Ŕ pi¨ beati nel dare che nel ricevere"
Ges˙

"Siano felici tutti gli esseri: giÓ nati o che attendano di nascere, siano tutti gli esseri di animo lieto."
Buddha
____________________________________

Compleanno di Nunzia

Anche se
non Ŕ ancora primavera
il delicato profumo
di questo periodo
regali
ai sogni miei

L'ansia
poetica
si disperde
in tanti rivoli
e si consuma
alla ricerca
della bellezza.
____________________________________

"Bellezza non Ŕ bisogno ma estasi"
Gibran

"Malumori quam foedari" ( trad. Meglio morire che essere disonorati)
Anonimo

"Al dialogo, all'amicizia fra coetanei si va sostituendo l'anonima ed insensata connettivitÓ"

"Un urlo
di gioia
una festa
dell'animo
l'incontro
con Colle Saraceno"

"La vita non Ŕ che un'ombra che cammina: un povero attore che si pavoneggia e si agita per la sua ora sulla scena e, del quale poi non si ode pi¨ nulla. ╔ una storia raccontata da un idiota, piena di rumore che non significa nulla"
Shakespeare
____________________________________

Il dolce cinguettio
degli uccelli
al sorgere della dea
dalle dita purpuree
apporta conforto
alla mia tristezza.

Corpo incerti
in alcove
avvolti
fasciati
dal dubbio.
____________________________________


Antonio Cornacchia    

__________________________________________

Pagina Precedente Indice Home