'' LAURA '' di Antonio Forgione

"LAURA" di Antonio Forgione a cura di Giovanni Nufrio.
_____________________

Premio ritirato da Giovanni Nufrio
presso la Chiesa del Carmine
in Piazza del Popolo di Avellino











Premio per il 1° classificato


LAURA

RANNICCHIATA IN UN ANGOLO, CON IL VISINO SPAURITO
E I CAPELLI SCOMPIGLIATI, SOTTO I QUALI , IN DUE OCCHI DA BIMBA,

TREMANO LACRIME PERLATE, FILTRATE DA ANGOLI DI LUNA E TINTE DI
GIOVENTU'.

LAURA
PERDUTA NEI RICORDI,
CON MANI TREMANTI PROTESE NEL VUOTO, NEL TENTATIVO, INVANO. DI
TRATTENERE EMOZIONI CHE FUGGONO VIA.

LAURA
CON IL VESTITINO BIANCO, IL PIÙ BELLO. QUELLO CON I MERLETTI, FATTI CON
LEMBI DI CIELO.

LAURA
CHE SI VEDE SU QUELLA
STRADINA CHE PORTA AL MARE, BRAMATA DA OCCHI DI GIOVANI TRACOTANTI,
CHE IN ANGOLI NASCOSTI, COLTIVANO SOGNI LASCIVI.

LAURA
CON IL VESTITINO BIANCO, ORA, LACERO E MACCHIATO DI ROSSO.

LAURA
VIOLENTATA NELLA MENTE E NEL CORPO, CHE NON VUOLE MORIRE DI RICORDI.

LAURA
CHE SI COMMUOVE ANCORA AL SUONO DI UN VIOLINO DI UN VIANDANTE, CHE
LASCIA PIOVERE NELLA SUA ANIMA SEMI DI PERDONO.

IL CUORE,
CORRE IN CIELI LIMPIDI ,AD INSEGUIRE PROFUMI DI VIOLE DAI MILLE COLORI E
ANGOLI DI PACE, PER FARSI CULLARE DA CONCERTI SUONATI DAL VENTO.

LAURA
COSÌ BELLA CON I CAPELLI DAL COLORE DELLA PIOGGIA DI MAGGIO, CHE VESTE
DI FIORI BIANCHI E DA’ NUOVA VITA ALLA NATURA TUTTA


Antonio Forgione
__________________________________________

Pagina Precedente Indice Pagina Successiva
Home