''LO SCIOGLILINGUA.'' di Gennaro Ciampolillo

LO SCIOGLILINGUA.

Guglielmo s¨ sciogli la lingua alla moglie che sempre si sbaglia insieme a quel figlio e la figlia Gigliola che sta sulla soglia e spesso sbadiglia con scioglilingue facendo altri sbagli.

Or fagliele scioglier le lingue non sciolte a quella moglie insieme a quei figli che scelgono fogli presso la soglia dicendogli sciolto e senza cipiglio.

Trentatre trentini entrarono a Trento trotterellando tutto d'un tratto con trotto trentino. Tre tigri tigraron tra loro tra tanti trambusti tra trepide fratte.

Sotto la panca la capra crepa e sopra la panca la capra campa.

Se l'arcivescovo di Costantinopoli si volesse disarcivescoviscostatinopolizzare, vi fareste disarcivescoviscostantinopolizzare voi?

Se quel coniglio gli agli ti piglia ,levagli gli agli e tagliagli gli artigli o io lo piglio e poi lo scaglio sopra gli scogli insieme alla paglia che io pigliai scegliendoli in Puglia.

Togligli gli agli e dagli le foglie a quel coniglio insieme a quei figli.

E taglia quegli agli sopra al tagliere e non su tovaglia cosi come ieri che la tovaglia non Ŕ un aglio e se la tagli fai gli sbagli e io ti piglio come il coniglio e sopra gli scogli lo sai che ti scagliooo.
 

Gennaro Ciampolillo

 

__________________________________________

Pagina Precedente Indice Pagina Successiva
Home